Roma, 1 feb – Silvio Berlusconi è nuovamente “sceso in campo” per utilizzare una frase a lui cara e questa volta per le elezioni europee.
In tale ottica è stato intervistato da Massimo Giannini su Radio Capital, il Cavaliere liquida i grillini come un tempo liquidò la sinistra del 1994.
Cosa spinge il Movimento 5 Stelle? La risposta è semplice: “Invidia che diventa odio nei confronti degli imprenditori. I cinque stelle rispetto ai comunisti hanno una incompetenza totale. Sono un pericolo grave.”

E quando gli si domanda se c’è una concreta ipotesi di crollo del governo, il Cavaliere risponde: “C’è una possibilità, non si può negarlo. E c’è una possibilità che ci possa essere un governo di centrodestra, senza andare alle elezioni. Mattarella certamente non vuole andare a nuove elezioni a poco più di un anno rispetto alle ultime elezioni, quindi, se in Parlamento si verificasse il formarsi di un gruppo che potrebbe spostare la maggioranza dalla attuale a un governo di centrodestra, credo che il Presidente Mattarella sarebbe molto soddisfatto”.
Tuttavia, Silvio nega una sua parte centrale in questa prospettiva: “Io sarò in Europa, a battermi per il ritorno al progetto dei nostri padri fondatori”.

Incalzato dal conduttore radiofonico in merito ad un’eventuale “grande” alleanza di centrodestra, Berlusconi si dimostra assai scettico: “Non credo che interessi a Salvini né a noi. E poi loro sono sovranisti, noi vogliamo rafforzare l’Europa, cambiandola”.
Salvini mi sta rubando voti? Sembra di sì, spero che gli italiani, l’altra Italia, si accorgano di quello che sta facendo questo governo e che si ravvedano“.

Ilaria Paoletti

1 commento

Commenta