Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 25 lug – Aurelio De Laurentiis non brilla certo per visione di insieme, ma stavolta l’idea di perseguire i propri interessi ad ogni costo va direttamente contro il futuro del calcio italiano. Per una mera questione di calciomercato, volendo acquistare due giocatori extracomunitari ma avendo un solo posto a disposizione, il presidente del Napoli è arrivato a sostenere che “queste limitazioni sono da coatti cerebrali. Perché secondo il credo lotitiano così si tutelano le nostre nazionali. Poi lui e Tavecchio hanno scelto come c.t. un allenatore, che rispetto come uomo, ma che ho cacciato dopo due mesi in serie C”.
Una vera e propria bordata diretta al presidente della Lazio Claudio Lotito; solo l’ultima sparata in ordine temporale, in un’estate dove il patron del Napoli è riuscito ad entrare in polemica anche con Benzema (che ha inserito Adl nella “lista dei pazzi”). Dover scegliere tra il senegalese Sabaly e il portiere messicano Ochoa ha mandato su tutte le furie De Laurentiis, che sempre intervenendo a Radio Kiss Kiss si è spinto all’elogio delle nazionali multietniche manco fosse un editorialista di Repubblica: “In Portogallo non hanno limitazioni sugli extracomunitari e hanno vinto l’Europeo. Idem in Belgio e sono stata la più bella realtà al Mondiale”.
Insomma chissenefrega dell’identità del calcio italiano e del futuro della Nazionale, aboliamo ogni limitazione agli stranieri se questo può causare un danno alla campagna acquisti del Napoli. Come se già non bastassero gli escamotage sui passaporti e la “mafia” della naturalizzazione di giocatori africani da parte delle nazionali europee, come denunciato da Maradona alcune settimane fa, ora ci mancava De Laurentiis a chiedere di abbattere anche il limite degli extracomunitari all’interno delle squadre di Serie A. Ennesima provocazione di un presidente che ancora una volta dimostra di avere più a cuore il profitto immediato a ogni costo e non la valorizzazione del proprio territorio e della propria nazione.
Davide Romano 

5 Commenti

  1. Chissà che risultati darebbe uno studio approfondito sulla mentalità anti-italiana dei club calcistici “italiani”.

  2. il bianco europeo cr7 condannato a 2 anni di reclusione e 20 milioni di euro di multa per evasione fiscale, in Spagna, perche’ in itaglia paghera’ 100k di tasse, il poveraccio…
    rubentus & cr7: Dio li crea (ladri) e poi li accoppia

Commenta