Milano, 30 gen – Il presidente della multinazionale del caffè “Illy”, Andrea Illy rilascia un’intervista ad Adnkronos e tesse le lodi dell’integrazione degli immigrati: “Quelli che arrivano come legali metterli a frutto perché l’Italia ne ha bisogno dal punto di vista demografico, in quanto siamo in calo demografico e solo gli immigrati possono invertire questa tendenza nefasta per l’economia in quanto ha riflessi sui consumi e sul gettito fiscale”. Insomma, l’imprenditore non arriva a sostenere che il nostro Paese abbia bisogno di “minimo 50 milioni di immigrati” come l’europarlamentare Cécile Kyenge, ma il concetto è il medesimo.

Secondo il patron della celebre marca di caffè insomma gli immigrati sono una preziosi in quanto potrebbero a breve “sostituirci” demograficamente. Ma non finisce qui: da bravo industriale, ne riconosce anche il potenziale economico: “La competitività di un Paese dipende anche dalla sua diversità. Il fenomeno delle immigrazioni non è da demonizzare: i Paesi piè competitivi al mondo, come gli Usa, sono nati proprio dalle immigrazioni“. E tutto ciò suona come una versione ipertrofica del classico “gli immigrati fanno i lavori che non vogliamo fare”.

A completare il quadro, l’imprenditore triestino (fratello di Ernesto Illy, ex sindaco di Trieste eletto con una giunta di centrosinistra nonchè ex presidente del Friuli Venezia-Giulia per una coalizione della medesima estrazione politica) esprime anche le sue posizioni sul governo gialloverde criticandone le scelte economiche: “Per il momento si osserva una incertezza e una sfiducia di chi fa gli investimenti, sia investimenti stranieri in Italia che gli imprenditori stessi. L’Italia – insiste Illy – per aumentare la spesa non ha altri margini di manovra che aumentare la crescita del Pil”. Illy è uno dei sostenitori di Carlo Calenda e ha firmato a favore della sua lista europeista in vista delle prossime elezioni.

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

6 Commenti

  1. in base al suo numero di abitanti è il Giappone (126 milioni contro i 325 degli USA) la prima economia del mondo,pur essendo la terza nella classifica totale; ed in Giappone la multi-etnicità non sanno nemmeno cosa sia visto che considerano Gaijin addirittura gli emigrati nipponici di ritorno.

    a proposito,un’altra volta confronteremo anche il numero di omicidi e di reati che caratterizzano drammaticamente gli USA,verso un Giappone ove tutto questo è veramente ridotti ai minimi termini,magari sorseggiando un buon Tè nipponico,visto che certo caffè batte in testa.

  2. Un altro prodotto made in Italy da depennare… Piuttosto “chicco d’oro” o “caffè condor” in Svizzera visto che sono qui a due passi…

  3. ECCONE UN ALTRO DELLA FAMOSA COMPAGNIA DEL “PORTAFOGLIO A DESTRA E CUORE A SINISTRA ! …CHE NOIA, ORMAI LA CANZONE LA SAPPIAMO TUTTA….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here