Roma, 9 gen – Durante la conferenza stampa per il Festival di Sanremo, di cui sarà di nuovo direttore artistico e conduttore, Claudio Baglioni si è lanciato in un sermone contro le politiche del governo sull’immigrazione. Il cantautore romano ha voluto così dire la sua, tanto per allinearsi al piagnisteo buonista: “Ci sono milioni di persone in movimento, non si può pensare di risolvere il problema evitando lo sbarco di 40-50 persone, siamo un po’ alla farsa”.

Per l’occasione Baglioni ha voluto pure ricordare la sua esperienza a Lampedusa come organizzatore del festival a favore dell’immigrazione O’ Scià: L’intenzione della mia manifestazione era quella di dire: noi siamo preoccupati per il fatto che ci siano viaggi per mare irregolari“.

La replica del ministro dell’Interno Matteo Salvini non è si è fatta però attendere: “Baglioni? Canta che ti passa, lascia che di sicurezza, immigrazione e terrorismo si occupi chi ha il diritto e il dovere di farlo”, ha twittato da Varsavia il leader leghista.

Alessandro Della Guglia

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

3 Commenti

  1. Questo artista della menzogna e della disinformazione , tipologia sky pd 24, il baglioni pensi ai cazzi suoi e non rompa i coglioni,vada a piangere da fazio o dai suoi amici comunistelli……….vada in Africa a far del bene e si porti dietro l’armata piddina buonista ed ipocrita, pure qualche lurida bestia tribale,da noi dedita allo stupro ed allo spaccio.Auguroni.

  2. Io non riesco a capire. In Italia, quando va al potere la sinistra, senza tanti complimenti caccia via o sbarra la strada a qualsiasi uomo di cultura non allineato (ricordiamo Veneziani, il liberal A.M.Petroni, Giorgio Albertazzi, Barbareschi, Cristicchi). Per quale motivo la destra non si comporta di conseguenza? Smettiamo di nominare direttori artistici questi elementi, che ci sputano in faccia ad ogni pie’ sospinto, peraltro incassando compensi astronomici. Sbattiamoli fuori dai canali pubblici, togliamo loro la parola, priviamoli del palcoscenico mediatico!
    Purtroppo, in tema di azione nell’ambito culturale, la destra é indietro anni luce: si vede che Gramsci é nato dall’altra parte.

  3. Baglioni credo abbia una villa personale a Lampedusa: sono sicuro che vorrà dare il buon esempio e trasformarla in un centro d’accoglienza dove può trovare azione ogni suo proposito buonista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here