Roma, 30 dic – 130 milioni di sterline di bonus natalizio inviati dalla Banca Santander. Ma è palesemente un errore, scoperto dal Times e pubblicato dall’Agi di oggi.

130 milioni di bonus natalizio: l’errore della Banca Santander

Errore, sì, ma di quelli che definire grossolani è dir poco. È pari a 130 milioni di sterline l’importo inviato per errore dalla Banca Santander il giorno di Natale. Ora l’istituto è impegnato nel tentativo di recuperare la cifra. Il caos si sviluppa in circa 400 filiali fisiche che Santander possiede nel Regno Unito, e i pagamenti provengono dalle riserve del prestatore: niente che riguardi, per lo meno, i conti dei clienti, che se non altro non si troveranno i conti in rosso a causa del maxi bonus.

“Nessun cliente senza soldi”: la Banca rassicura

I 130 milioni della Santander non danneggeranno nessun cliente, come rivela un portavoce: “Siamo spiacenti che, a causa di un problema tecnico, alcuni pagamenti dei nostri clienti aziendali sono stati erroneamente duplicati sui conti dei destinatari. Nessuno dei nostri clienti è rimasto senza soldi e lavoreremo duramente con molte banche in tutto il Regno Unito per recuperare le transazioni duplicate nei prossimi giorni”.

Circa 75mila tra persone e aziende hanno beneficiato dei bonifici che provenivano da un paio di migliaia di conti di Santander. Il denaro è stato inviato a titolari di conti di banche concorrenti, come Virgin Money, HSBC, Barclays e NatWerst. Un problemino non da poco, visto che i fornitori si sono visti pagare due volte il valore delle loro prestazioni. E c’è anche il timore che alcuni “fortunati” abbiano speso già il denaro extra, rendendo più complicato recuperarlo. Santander, secondo la stampa britasnnica, sta ora cercando di contattare direttamente la clientela.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta