Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 29 mag – Un atto ignobile che lascia basiti e che ha scatenato la comprensibile rabbia degli utenti dei social. A Lecce due vigili urbani in servizio hanno vergognosamente deriso un disabile, riprendendo la scena con la videocamera del cellulare e mettendola poi su una chat, come se fosse un vanto aver commesso un gesto vergognoso. Adesso i due agenti della polizia municipale sono indagati, accusati di violenza privata, interruzione di pubblico servizio e istigazione al suicidio.

La vittima infatti avrebbe detto di volersi uccidere dopo che il video era diventato virale. Il fatto, come riferito dal Corriere Salentino, è avvenuto nel 2017 ma ora i due vigili dopo essere stati trasferiti ad altre mansioni, rischiano il posto di lavoro. Il video è stato oltretutto girato da uno dei due agenti nei pressi della sede della polizia locale. Si vedono i due vigili smontare la ruota della bicicletta del disabile (invalido al 100%) e poi nascondergli la bici nel Fiat Doblò in dotazione alla Municipale. Dopodiché iniziano a schernire il disabile. Uno dei due avrebbe anche palpeggiato la vittima nelle parti intime.

Nonostante questo, non è stato il video fatto girare in rete ad avviare le indagini ma soltanto un esposto in cui si citavano foto e commenti sul disabile. Umilianti a tal punto che avrebbe pensato di suicidarsi. Noi non pubblichiamo il video in questione per questo motivo e perché riteniamo di pessimo gusto far circolare immagini simili, volutamente diffuse da chi dovrebbe tutelare le persone più deboli e non viceversa.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

Commenta