Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pistoia, 17 set – I fascisti non devono entrare in chiesa, esattamente come i razzisti. È l’ultima follia di don Massimo Biancalani, il prete immigrazionista di Pistoia, la cui visione politica viene sbandierata ai quattro venti sui social network. Anche quando farebbe bene a tacere.
La giornata di ieri, domenica, giorno in cui tradizionalmente i sacerdoti sono impegnati nelle funzioni religiose, è stata particolarmente prolifica per il don amico di clandestini e spacciatori sul piano della comunicazione social. È facebook il canale dove don Massimo, che si fa chiamare semplicemente Massimo Biancalani, riversa le sue riflessioni non teologiche bensì politiche. Una domenica all’insegna della polemica antifascista, che è iniziata con il dire che “Non c’è posto in chiesa per mafiosi, razzisti e fascisti”. Un post che ha scatenato 713 reazioni, tra like, risate, cuoricini e faccine arrabbiate, e condiviso da 70 persone. 58 i commenti, molti concordi e di esaltazione delle parole del sacerdote, altri critici, ma subito attaccati da orde di buonisti che difendono a spada tratta le parole di don Massimo.
don biancalani chiesa fascisti razzisti
Ma non è tutto. Un’ora dopo, un altro post: “Hanno ragione Moscovici e Asselborn… Italia a rischio: tanti piccoli Mussolini e con i migranti ormai metodi fascisti”. In questo caso 280 reazioni, 18 condivisioni e solo una ventina di commenti.
È chiaro che don Biancalani ce l’ha sempre di più con la politica italiana, rea a suo dire di aver fatto chiudere il centro di accoglienza da lui gestito a Vicofaro, dove erano ospitati una settantina di immigrati, che lui in estate portava in piscina. A nulla sono valse le sue scene di protesta, tra cui il paventato digiuno, il presunto sciopero della fame, e la decisione di far dormire gli immigrati, molti dei quali irregolari, in chiesa e lasciarli lì anche mentre le funzioni religiose sono in corso.
Anna Pedri
 

5 Commenti

  1. lo dico con il massimo rispetto sia ben chiaro…
    ma ci sono giusto due uomini politici (o aspiranti tali) che dovrebbero dismettere per sempre i paramenti sacri per sottoporsi senza lo scudo della carica rivestita al giudizio di fans ed elettori; il primo è Bergoglio,il secondo tal Biancalani.
    in ogni caso è davvero bizzarro vedere tra i fans del secondo (oltre al consueto seguito di zitellone-gattare over 45 non proprio bellissime) compagni duri e puri che senza lo scudo (ancora..) della pelle nera degli aspiranti profughi si sarebbero metaforicamente mangiati vivo Biancalani.
    chissà poi se Biancalani anzichè avere “offerto” l’accoglienza ad africani lo avesse fatto con stangone bionde dall’Ucraina (ove la guerra nel Donbass ha fatto + 10.000 morti) avrebbe avuto parimenti tutto questo supporto ed empatia dalle Boldriniane e dai compagni di turno…
    a proposito,ci aggiorniamo a quando tal Biancalani anzichè parlare di “fascismi” per rivecere i facili likes
    dai suoi fans,parlerà di ABORTO,FINE VITA,ADOZIONE OMOSESSUALE,sempre che questo prete non ne sia a favore,cosa che peraltro non sorprenderebbe affatto.

  2. Quando Don Negralani verrà fatto papa… Potrà scomunicare chi gli pare…!… Per adesso, è meglio che in sacchi la piva e stia zitto… Oppure dica cose migliori del silenzio. Questo perché il ridicolo non investe solo la sua persona, che sarebbe il meno, ma anche e soprattutto l’abito che porta… Ammesso che gliene importi qualcosa…!…

  3. Quando Don Negralani verrà fatto papa… Potrà scomunicare chi gli pare…!… Per adesso, è meglio che in sacchi la piva e stia zitto… Oppure dica cose migliori del silenzio. Questo perché il ridicolo non investe solo la sua persona, che sarebbe il meno, ma anche e soprattutto l’abito che porta… Ammesso che gliene importi qualcosa…!…

  4. Ipocrita, ridicolo,arrogante e xenofobo contro chi non la pensa come lui………tipico esempio di comunistoide autoreferenziale e scollegato con la realtà sociale……….i negroidi in piscina e gli italiani a pagare tasse e a spaccarsi la schiena per mantenere politici parassiti e preti pseudo buonisti………..non rompa i coglioni.

Commenta