Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 mar – Ivan Zazzaroni, giudice di “Ballando con le stelle” è al centro di una inutile quanto sospetta polemica per non aver votato una coppia di ballerini formata da due uomini. Il giornalista sportivo prestato alla trasmissione della Carlucci ha semplicemente detto che nel ballo le coppie sono formate da un uomo e da una donna, pertanto l’abbinamento maschio-maschio in una gara di danza era “fuori contesto”. Da qui la decisione di non votare. Tutto qua.




E invece, apriti cielo. Zazzaroni è stato accusato di omofobia, si è chiesto addirittura l’intervento della vigilanza Rai, come se esistesse una sorta di par condicio coppie di maschi vs. coppie miste. Il Gay center si è strappato le vesti: “Sebbene la trasmissione di Rai1 sia in perdita di ascolti – puntualizza il portavoce Fabrizio Marrazzo – sono pur sempre alcuni milioni i telespettatori cui viene comunicato un messaggio chiaramente omofobo. Lasciarlo passare autorizzerebbe chiunque a fare omofobia di bassa lega in televisione”.
Ecco, forse in queste parole si cela la chiave di lettura della vicenda, al netto delle ridicole accuse. Il non voto di Zazzaroni fa parlare di una trasmissione che non ha più il seguito di una volta. Ma il punto, a nostro avviso, è un altro. Al di là della “caciara” montata ad arte con la solita mobilitazione dei social, Zazzaroni ha fatto bene a non votare una coppia di uomini in una gara di ballo.
L’omofobia non c’entra niente. Per non parlare poi del gusto personale, che in un giudice di gara equivale alla ragione del giudizio. “È sbagliato l’atteggiamento della comunità gay. Darmi dell’omofobo, tra le tante offese che mi hanno fatto, è l’unica che mi dà fastidio. Non lo accetto. Io ho giudicato la danza”, spiega il giornalista. Una brutta esibizione, che per giunta non poteva essere votata, perché “fuori contesto”.
Adolfo Spezzaferro

Black Brain
Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Bravissimo Zazzaroni! Almeno qualcuno che si rivolta contro la pubblicità dei sodomiti fatta con i soldi del nostro canone.Oramai non c’è quasi trasmissione dove non ci sia un gay; eppure rappresentano meno dell’ 2% della popolazione mondiale .Ma un povero costretto a sfamarsi dai secchi della spazzatura, che oramai in Italia suppera il numero dei gay, nemmeno una volta in televisione!
    Inoltre per il politically correct le persone si sentono in dovere di dire che non sono omofobe o che sono a favore dei sodomiti.Ma stiamo scherzando?? A molta gente fà schifo vedere 2 gay o lesbiche che si baciano; che lo facciano a casa loro ma non esibiscano questi vizi decadenti in pubblico!
    Pochi mesi fà, l’unica volta che ho acceso il televisore, durante una gara per diventare famosi, dopo la esibizione di un concorrente, uno dei giudici che era un sodomita ha detto testualmente; il tuo ballo era cosi’ eccitante che mi si sono induriti i cappezzoli!A parte la volgarità totale e che mai una donna avrebbe detto una cosa simile, ma i bambini che vedevano lo spettacolo non hanno diritto ad una vita esente da schifezze del genere??

  2. non si tratta di omofobia,bensì di gusti personali.
    nella nostra cultura,
    oggi è universalmente accettato il fatto che un uomo è libero di amare un altro uomo,no?
    e di vivere la sua vita di conseguenza,visto che è una sua scelta personale su cui nessuno ha diritto di parola.
    ma gli stessi motivi che permettono a lui di farlo,
    permettono di conseguenza a chiunque altro di non apprezzare granchè la cosa,
    almeno finchè non pretende di imporre ad altri le sue idee….
    nel caso di zazzaroni,egli non ha criticato affatto:
    si è semplicemente chiamato fuori…
    o perchè non apprezzava quel che vedeva,(possibilissimo)
    o perchè qualsiasi cosa avesse detto in questo clima,sia in bene che in male
    si sarebbe esposto a critiche da parte di OGNI lgbt
    che avesse letto\ascoltato\sentito dire la sua opinione,
    come si è ben visto in questo articolo.
    e siccome lui vive di media,ha fatto una scelta saggia…
    e comprendo pienamente.
    da parte mia invece dò un ottimo consiglio agli amanti e\o appartenenti al movimento lgbt:
    anzichè rompere le scatole al mondo perchè non è come vorreste voi,
    fatevi fare le recensioni da qualcuno che vi piaccia,così la finiamo una buona volta con queste stupidaggini e possiamo dedicarci a qualcosa di serio,eh?

Commenta