Il Primato Nazionale mensile in edicola

calRoma, 11 giu- “Dimmi quando sei nato e ti dirò di che malattie soffrirai”. Musica per le orecchie di astrologi e cartomanti: a quanto pare il mese di nascita sarebbe collegato a fattori di rischio inerenti ad alcune malattie. Ma gli astri e la posizione dei pianeti nelle costellazioni non c’entra nulla.



Infatti a proporre questa associazione mesi/malattie, non è una setta di cartomanti ma uno studio della prestigiosa Columbia University e pubblicato sul Journal of American Medical Informatics Association .

Black Brain

In passato ci sono state numerose ricerche sul tema. Verso la fine degli anni ‘90, ad esempio, Leonid Gavrilov dell’Università di Chicago aveva scoperto che le persone nate in autunno tendevano a vivere più a lungo evidenziando il 40% in più di probabilità di arrivare a 100 anni rispetto alle persone nate in marzo. Sreeram Ramagopalan, dell’Università di Oxford, ha esaminato le cartelle cliniche di quasi 60mila pazienti in Inghilterra, dimostrando che i bambini nati in inverno e primavera bambini sono in genere più a rischio di schizofrenia, depressione e disturbo bipolare. Fino ad arrivare ad una nota ricerca che aveva rivelato che la stagione di nascita influenza comportamento e umore.

Utilizzando lo stesso algoritmo, i ricercatori della nota università americana hanno esaminato i database medici di New York correlando le malattie al mese di nascita. Lo studio, infatti, ha messo insieme 1.688 malattie, le date di nascita e le anamnesi di 1,7 milioni di pazienti trattati al Presbyterian Hospital di NewYork tra il 1985 e il 2013. Su 1.688 malattie, 55 sarebbero fortemente collegate al mese di nascita; di queste, 39 erano già state trattate nella letteratura medica in relazione proprio alla data di nascita come ad esempio l’asma e la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Tra queste 16 nuove associazioni rilevate, 9 sono patologie ascrivibili al sistema cardiovascolare.

Generalmente dai dati emerge che i soggetti più sani che hanno una minore probabilità di contrarre malattie sono nati a maggio e agosto, mentre i meno fortunati sono gli ottombrini che hanno una forte possibilità di sviluppare patologie mentali come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Per i nati a marzo invece i rischi appaiono legati soprattutto a malattie cardiovascolari: fibrillazione atriale, insufficienza cardiaca e disturbo della valvola mitrale. I nati a dicembre sarebbero colpiti da disturbi respiratori con più frequenza mentre chi compie gli anni a gennaio soffrirebbe di disturbi ipertensivi. L’immagine che segue mostra nello specifico le malattie “legate” ai vari mesi:

malattie
I ricercatori dello studio invitano però alla cautela. «All’inizio tutti erano scettici, o ridevano», racconta uno degli autori, Nicholas Tatonetti, ricercatore presso il Columbia University Medical Center: «Ma questa non è astrologia: la stagionalità veicola i fattori ambientali variabili presenti al momento della nascita», dice Tatonetti, «e stiamo imparando di più sul grande ruolo che l’ambiente, e le interazioni gene-ambiente, giocano nel nostro sviluppo. Questo potrebbe essere un modo per iniziare a mappare gli effetti dell’ambiente sulla nostra genetica». Aggiunge però che non bisogna dimenticare che “il rischio connesso al mese di nascita è minore rispetto a variabili più influenti come la dieta e l’esercizio fisico”.

Proprio per i motivi sopra riportati, gli studiosi hanno ora in programma di replicare lo studio con i dati provenienti da altre località statunitensi e non solo, per cercare di capire come i risultati variano al cambiare delle stagioni e dei fattori ambientali. Dunque niente paura, né isterismi perché i dati non sono riscontrabili con certezza nel nostro continente!

Marta Stentella

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. ma come si può ancora credere a queste cavolate? allora babbo natale esiste davvero…e anche la befana e pure il topolino che ti porta i soldini per il dentino….e che milano due è arrivata come per miracolo trasportata da legioni di angeli… ma dai!!!!!

Commenta