villaggio olimpico torino
Il villaggio olimpico di Torino, da tempo occupato da centinaia di profughi

Torino, 11 giu – Dopo una settimana di indagini serrate, la Polizia ha arrestato tre giovani africani accusati di aver stuprato in gruppo, per un giorno e mezzo, una ragazza con disabilità psichica.

I fatti risalgono a fine maggio quando la ragazza, una ventenne torinese, era uscita di casa per andare a scuola. Sull’autobus aveva incrociato i tre africani e, fidandosi di loro, li aveva seguiti. Da quel momento è cominciato un calvario durato quasi circa 30 ore,  fin quando un amico non la riconosce in compagnia dei tre africani, i quali scappano e la giovane può finalmente far ritorno a casa.


Difficile il lavoro delle forze dell’ordine, che devono confrontarsi con la situazione di illegalità del (ormai ex) villaggio olimpico, occupato abusivamente da centinaia di profughi, dove è impossibile fare irruzione visti gli appostamenti di sentinelle ad ogni ingresso e ad ogni ora del giorno. Gli inquirenti si appostano meticolosamente e scattano fotografie, fra le quali la ragazza riconosce i suoi violentatori. Ma ancora nessun blitz: l’area è pressoché off-limits, si attende allora che i tre escano e lì scatterà l’arresto.

I tre africani sono due 26enni, uno ghanese e l’altro somalo, e un nigeriano trentenne. Il ghanese aveva fatto pochi mesi fa richiesta di asilo, mentre sulla testa del nigeriano pendeva già un decreto di espulsione.

Commenti

commenti

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here