Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 dic – Verifica della fonte, attendibilità della fonte, prove circostanziate. In tanti ieri, con la vicenda della madre nigeriana insultata in ospedale a Sondrio dopo aver appena perso la figlioletta di pochi mesi, non si sono presi la briga di cercare di saperne di più. Invece si sono tutti affrettati a condannare il gravissimo episodio di razzismo, in una gara di solidarietà sui social. La verità dei fatti invece è ancora da appurare. Quel che si sa è che, a parte la dichiarazione di una maestra elementare consigliera di centrosinistra (tale Francesca Gugiatti), ripresa poi da Anna Ascani del Pd sulla sua pagina Facebook, non ci sono prove documentali di questi insulti alla madre sofferente, né foto né video. Non ci sono altre dichiarazioni che comprovano l’accaduto. Il personale sanitario dell’ospedale non ha udito alcun insulto. Ma soprattutto non riferiscono di alcun insulto neanche i carabinieri, presenti durante la tragedia.



Insomma, il sospetto che questa cosa sia stata montata ad arte per essere cavalcata politicamente ci sta. Sospetto che sarebbe dovuto venire anche all’opposizione. E invece niente, tutti a scapicollarsi nel condannare il fatto (gravissimo, sia chiaro, se fosse vero). Il sindaco leghista di Sondrio, Marco Scaramellini, soltanto ieri – mentre montava il caso sui social – ha fatto una dichiarazione in merito a fatti accaduti, lo ricordiamo, il 14 dicembre: “La nostra comunità è colpita dalla tragedia e si stringe a questa mamma in rispettoso silenzio. Eventuali frasi di qualche imbecille non sono assolutamente condivisibili e non rappresentano il sentimento della gente di Sondrio”.

Gelmini di Forza Italia: “Vicenda atroce”

“Da Sondrio ci arriva una storia tristissima di intolleranza e di ignoranza. Una bimba di soli 5 mesi che muore tragicamente in ospedale, le urla strazianti di dolore della madre, una giovane donna nigeriana, e tutto intorno il fastidio e l’indifferenza dei presenti, commenti razzisti, giudizi assurdi, e tanta cattiveria. Una vicenda atroce che deve farci riflettere”. Scrive su Facebook Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera.

Toti, leader di Cambiamo!: “La nostra Italia, cara mamma, si scusa incredula”

“Condanniamo con rabbia e indignazione il comportamento dei pazienti del Pronto soccorso di Sondrio davanti a una tragedia come questa. La nostra Italia, cara mamma, e’ quella che ascolta le tue urla di disperazione, si scusa incredula, si stringe al tuo dolore e ti abbraccia”. Scrive invece su Twitter Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo!.

Meloni: “Da madre profondo disprezzo. Che schifo”

“A Sondrio donna nigeriana derisa in ospedale perché urlava per la morte della figlia di 5 mesi. Da madre non posso che provare profondo disprezzo per chi è così infame da insultare una donna straziata dal dolore più atroce che si possa provare. Che schifo”. E’ la dura condanna via Twitter di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. Parole che hanno trovato il plauso di Carlo Calenda, che è stato a sua volta attaccato dalla sinistra per aver parlato bene della Meloni.

Insomma, una vicenda in cui ben presto si è perso di vista il fatto che forse andava verificata la veridicità delle affermazioni della consigliera comunale di centrosinistra (e pure sardina) rimbalzate sulla rete. Doveva venire il sospetto, visto che anche in passato episodi del genere poi sono risultati gonfiati se non proprio inventati ad arte. Questo accade ovviamente perché uno dei tormentoni della narrazione giallofucsia è che Salvini, Meloni e i sovranisti-populisti in genere alimenterebbero un clima d’odio, di razzismo eccetera eccetera. Ragion per cui, secondo noi, i soggetti in questione dovrebbero reagire in modo meno frettoloso. Forse poi, anche nel centrodestra ci sono vittime di una sorta di sindrome secondo cui bisogna subito condannare senza se e senza ma qualsiasi tipo di attacco nei confronti di immigrati, altrimenti si rischia di sembrare insensibili se non addirittura favorevoli. Così però si fa il gioco di chi, come gli immigrazionisti e i globalisti (in cui si inseriscono a pieno titolo i giallofucsia), diffonde la bufala che non è vero che sono gli immigrati a compiere più reati. Perché alla fine si parla tutti della mamma nigeriana di Sondrio. Quando ogni giorno purtroppo ci sono stupri, violenze, reati vari commessi dagli immigrati. Quindi, sì: condannare il razzismo, quando c’è. E condannare pure le violenze degli immigrati, quando ci sono.

Adolfo Spezzaferro



La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. CRISTO sono Valtellinese , se NON avete prove STATE ZITTI !
    Siamo italioti per colpa di Napoleone Bonaparte , o avete PROVE o fottetevi TUTTI !!!!!

    I Valtellinesi SOPPORTANO l’ Italia , più dei sudtirolesi , ma queste puttanate sono rivoltanti .
    fate i nomi o TACETE !

    Siamo italiani solo per pagare le tasse ….. per il resto abbiamo maggiori legami con la svizzera …
    che NON accetta negroidi …..
    non abito più in Valtellina , ma ADORO la mia TERRA !!!!! la terra dei miei padri :

    Un ragazzo Italiano é in carcere per essersi difeso da un mafioso Nigeriano …. con la benedizione
    di romana chiesa mafiosa

    un italiano è in carcere per aver sparato , senza danni, a mafiosi nigeriani che hanno MACELLATO
    una ragazza Italiana , e pagherà più di quelle MERDE UMANE !!!!

    Io sono stato messo IN CODA al pronto soccorso , e ho pure pagato il ticket ….. dietro a extracomunirari che però SI LAMENTAVANO , magari per avere solo farmaci A GRATIS !!!!
    (infezione renale GRAVISSIMA ….. ho rischiato la buccia …)

    se qualcuno , equivocando la situazione , ha fatto commenti scorretti …..
    scusate ma CI AVETE ROTTO I CAZZO CON STI NEGRI che vengono prima di NOI che paghiamo le tasse per mantenerli !!!!!
    Che ci fa una NEGRA in VALTELLINA ????????? al suo paese avrebbero curato meglio l’ infante ???
    I Valtellinesi sono EMIGRATI !!!!! e mò i pochi rimasti devono sopportate i BingoBongo ????
    e che cazzo !!!!

    Chi ha commentato forse non ha capito la situazione ….. noi Valtellini SIAMO umani (non come i rossi #restiamoumani )
    ma sicuramente s’ è rotto i coglioni per come trattano NOI rispetto ai CLANDESTINI !!!!!!
    serviti di barba e capelli a SPESE NOSTRE !!!!

    Bergoglio VERGOGNATI ! Satana ti aspetta coi tutti i tuoi cattoKom

  2. Mini nota per Sergio M: non farti spezzare le reni perché allora ci incazziamo noi…
    Seriamente, mangia proteine buone, uova in testa, molla latte e derivati (mi spiace per i pizzoccheri), documentati sui cereali… E un bel bicchiere d’ “inferno” per mandare sempre certe persone al paese giusto! Sursum Corda!
    Se è il caso, aprire collette per gli italiani da te citati,stare in carcere senza soldi e senza lavoro sono c…i!

Commenta