Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 feb – Nella prima puntata della nuova serie del “Commissario Montalbano” la  sequenza iniziale tratta di un argomento di scottante attualità: il salvataggio di un’imbarcazione di immigrati guidato dall’amato personaggio del commissario Salvo in cui, addirittura, il protagonista interpretato da Luca Zingaretti recupera, a nuoto, il cadavere di un disperso.
Ovviamente la scelta degli sceneggiatori non ha mancato di provocare polemiche sui social network. Molti spettatori hanno visto in tale scena una vera e propria critica al governo: ma il commissario interpretato da Luca Zingaretti è un personaggio molto amato e dunque altrettanti utenti dei social hanno difeso a spada tratta la serie.



Qualcuno commenta su Twitter: “Montalbano va bene che Camilleri è un compagno ma fare una puntata sui clandestini no! Spero che qualcosa accada ai vertici Rai perché questa puntata é una provocazione bella e buona!” e ancora “Anche Montalbano in Rai propaganda pro clandestini! Chiudo! Ormai come qualsiasi programma Rai ! Tra poco trasformeranno lo Zecchino d’oro nel barcone… d’oro !”
Qualcuno invece ritiene necessario ricordare che il racconto di Andrea Camilleri intitolato “L’altro capo del filo” è stato scritto nel 2016: molto prima dello “stop” agli sbarchi imposto da Matteo Salvini.

Black Brain

Il quale sempre attraverso i social si ritrae dallo specchio delle polemiche e anzi, dichiara sia su Instagram che su Twitter: “Qualcuno passa il suo tempo pensando di farmi litigare con la gente. A me piace Montalbano, a me piace Baglioni. Non posso dire che mi piaccia Mahmood perché la canzone non mi piace, non è il mio genere musicale” e così mette fine alle polemiche che però continuano sui social.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Una puntata infelice,lenta, prolissa……….un delirio pro immigrazione,scene fra loro slegate,un finale ignobile,degno un vecchio film giallo di seconda fascia…………. insomma , immigrazionisti a parte, comunistoidi ipocriti e miserabili a parte,il commissario Montalbano ha perso una grande opportunità di crescita della serie, finendo nella palude africana ed offrendo ai poveri abbonati rai uno spettacolo indecoroso.

Commenta