Roma, 26 nov – Olanda verso un inasprimento delle restrizioni anti-Covid. E il motivo ufficiale è sempre l’aumento dei casi registrati, come racconta l’Agi.

Rutte: nuove restrizioni

È il premier Mark Rutte che dovrebbe annunciare nuove restrizioni in una conferenza stampa prevista per stasera alle 19. La polizia nel frattempo monitora eventuali nuove rivolte, considerando che le strette dovrebbero riguardare la chiusura dei bar e dei ristoranti alle 17, insieme a negozi “non essenziali”. Dopo le proteste dei giorni scorsi, le nuove regole potrebbero portare a nuove tensioni, dopo 4 notti di enorme caos in tutto il paese, soprattutto a Rotterdam. Si parla, tanto per cambiare, di “carenza di letti” nelle terapie intensive e di governo olandese che “non può più attendere”. L’Olanda aveva in gran parte “liberalizzato” la situazione a settembre, ma quando è ripresa la famigerata “conta dei positivi” si è tornati al punto di partenza.

La paura di nuove rivolte

Le manifestazioni dell’Aia erano scoppiate proprio durante le ultime comunicazioni di Rutte, e la polizia aveva dovuto usare i cannoni per disperdere i dissidenti. Tanto è che la conferenza stampa di stasera è un anticipo di una settimana rispetto a quanto inizialmente previsto (il 3 dicembre). Secondo i media olandesi, Rutte dovrebbe annunciare la chiusura anticipata di bar, ristoranti e negozi, inasprendo le limitazioni già annunciate in precedenza fino alle 18 e alle 20.

Le scuole rimarranno aperte? Pare di sì, nonostante l’ossessivo “aumento dei casi”, tra minori di 12 anni. Già adesso, i cittadini in Olanda devono far fronte a restrizioni che gli impongono di non accogliere più di 4 ospiti per casa, oltre al lavoro in smart working. Senza contare le partite di calcio chiuse al pubblico e i fuoci di artificio vietati. Per i non vaccinati, il governo sta pensando di vietare bar e ristoranti.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Vorrei fare una ossevazione:
    Far notare che il “possibili rivolte” viene detto solo sull’Olanda e “mai” sull’Italia che ha limitazioni alla libertà enormemente superiori.. all’Olanda. Perchè succede questo?
    Sanno già che gli italiani oltre i palloncini, gli accendini, le canzoncine e il “volemose bene”, le canzoni sui balconi, non vanno.. anche alcuni degli stessi oppofintori pacifinti(che in Olanda non vengono ascoltati) li portano a questo..
    In Italia il potere ha già vinto.. e chi osa anche solo far notare queste “differenze”, a livello di cronaca, viene subito attaccato.. dimostrazione che il potere in Italia è talmente radicato che persino raccontare dei fatti, per come sono, diventa qualcosa di inaccettabile..
    Notate le differenze.

Commenta