Roma, 21 gen – Walter Ricciardi incorona le capacità profetiche Bill Gates. Quindi definendolo alla stregua di un veggente, come riportato da Agi.

Ricciardi: “Bill Gates non sbaglia una previsione”

Dunque, per Ricciardi, è una sorta di oracolo. Di conseguenza le sue affermazioni sull’avvento di “pandemie molto più mortatli del Covid” andrebbero prese sul serio. Così Ricciardi nel merito a Radio 24: “Bill Gates ci ha sempre preso, è dal 2013 che avverte, l’ha fatto in uno speech Ted, la sua copertina su Time dice esattamente questo, aveva predetto una pandemia. Vuole metterci in guardia, vuole dirci, preparatevi. Tutti quelli che dicono la verità non la dicono perchè sono dei menagramo ma la dicono perchè vogliono cercare di evitare i problemi. Bill Gates fin qui ci ha sempre preso, ribadisco”.

E come andrà nei prossimi mesi? “Avremo una primavera buona e probabilmente un’estate ottima ma poi il virus ritornerà a circolare perché noi il virus lo inseguiamo ma non l’anticipiamo e quindi lui torna a farsi sentire”. Sugli agenti patogeni profetizzati da Gates, invece, dice: “Sono due anni che c’è questo circolo, nella speranza che non arrivino varianti più pericolose”.

Speranze di fine pandemia Covid?

Si gioca, chiaramente. Ma qualcosa di vero potrebbe anche esserci, chissà. Sulla base di cosa Ricciardi si esprime in modo tanto sicuro sulle capacità di previsione di Bill Gates? Ovviamente non possiamo saperlo. Però è curioso notare come il fondatore di Microsoft avesse realmente parlato anni fa di ciò che sta – nostro malgrado – asfissiando la società italiana ed occidentale negli ultimi due anni.

Ed è curioso anche notare come recentemente sia stato lo stesso Gates ad esprimere considerazioni “interessanti” sull’anno in corso. A fine dicembre infatti, l’imprenditore statunitense aveva affermato, come riportato da vari quotidiani, tra i quali Tuttosport: “Se c’è una buona notizia è che Omicron si muove così velocemente da diventare dominante in un Paese e quest’ondata dovrebbe durare meno di 3 mesi. Questi mesi potrebbero essere terribili, ma io credo ancora che, facendo i passi giusti, la pandemia possa finire nel 2022″.

E chissà che anche questa volta la “profezia” non si realizzi.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta