Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 25 lug – “Se uno vuole continuare la nostra razza, se vogliamo dirla così, è chiaro che in Italia bisogna iniziare a dare un sostegno concreto alle mamme e alle famiglie. Altrimenti si rischia l’estinzione tra un po’ in Italia”. E’ quanto dichiarato a Radio Cusano Campus da Patrizia Prestipino, membro della direzione nazionale del Pd e responsabile del dipartimento del Partito Democratico per la difesa degli animali.

A proposito delle polemiche riguardo al “dipartimento mamme” del Pd creato da Matteo Renzi, la Prestipino ha poi precisato: “Renzi in campagna elettorale ha detto che si sarebbe occupato anche di mamme, è stato coerente. In Italia nascono sempre meno figli, la genitorialità viene spesso lasciata da sola, le mamme omosessuali, donne o uomini che siano, vanno aiutate. Non ci sono più mamme in Italia, vi rendete conto che siamo il Paese più anziano d’Europa? Siamo un Paese che rischia tra qualche decennio di non avere più ragazzi italiani”.

Parole forti, che inquadrano uno dei principali problemi dell’Italia, e che stupiscono soprattutto perché pronunciate da un esponente del Pd. A parte ovviamente l’elogio alle politiche renziane che a ben vedere non hanno affatto migliorato la situazione. In Italia infatti si continua a fare pochi figli proprio perché manca un sostegno concreto alle giovani coppie. Frasi, quelle pronunciate da Patrizia Prestipino, che non sono ovviamente piaciute al segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, che ha risposto col solito mantra: “Vorrei ricordarle che come diceva un tale Albert Einstein la razza è una sola. E’ la razza umana”.

Come prevedibile sono però arrivate le scuse dell’esponente Pd: “Questa mattina nel corso della trasmissione radiofonica mattutina di Radio Cusano Campus, in maniera del tutto erronea, ho usato il termine razza nell’ambito di una discussione sulla natalità – ha detto Prestipino – Mi scuso chiaramente per l’uso di questo termine che, peraltro, nulla aveva a che fare con la discussione in corso in quel momento”.

Eugenio Palazzini

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta