Roma, 26 gen – Matteo Renzi rilancia il tema del presidenzialismo, in questi giorni di corsa al Quirinale, e lo fa un po’ “da topo con il gatto”, inserendo il tema nel bel mezzo di dichiarazioni generiche, come quelle registrate dall’Ansa. Sulla stessa linea Giorgia Meloni. Un’alleanza involontaria e bizzarra.

Renzi e il presidenzialismo, un rapporto complesso

Si dirà che Renzi, con il presidenzialismo, de facto non c’entri granché. La sua riforma – bocciata dal referendum nel 2016 – non era certamente presidenzialista. Ma è anche vero che il leader di Italia Viva non si è mai dichiarato ostile a una riforma presidenziale. Come è vero che, all’interno di qualsiasi riforma che abbia avuto caratteri presidenzialisti (come era stata anche quella cercata da Silvio Berlusconi nel 2006) sussistevano alcuni degli elementi che l’ex-segretario del PD aveva incluso nella sua: su tutti, la fine del bicameralismo perfetto (ovvero, due camere parlamentari con i medesimi poteri, in ogni circostanza: un aspetto considerato ingolfante dei lavori della politica da molti riformatori).

Il leader di Italia Viva ci prova: “Basta catafalchi, sì ad elezione dai cittadini”

Così il senatore alla Camera: “Questa sia l’ultima volta che si elegge un presidente della Repubblica in questo modo. Bisogna andare al presidenzialismo o semipresidenzialismo cioè l’elezione diretta dei cittadini. E questo pone il tema delle riforme costituzionali. Che sia l’ultima volta di questi catafalchi, di queste schede bianca”. Ricorda un po’ il discorso fatto quando, da allora presidente del Consiglio, Renzi si augurò che il Senato avrebbe votato la fiducia a un governo “per l’ultima volta”. Ma le cose, in quell’occasione, non sono andate esattamente come il politico fiorentino si sarebbe aspettato.

E Giorgia Meloni rilascia dichiarazioni simili: “Mi auguro che questo sia l’ultimo anno dove si elegge il Capo dello Stato attraverso il Parlamento e non con il voto espresso dai cittadini e inoltre mi aspetto risposte celeri sulla valutazione dei nostri candidati”.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. E che vi aspettavate da iscritti ad un club atlantista?
    https://www.alessandriaoggi.info/sito/2021/02/02/giorgia-meloni-entra-nella-superloggia-internazionale-aspen-institute-ciapa-li/

    A parte che serve informazione.

    Elezione diretta del Presidente della Repubblica da parte del popolo non è presidenzialismo.

    Per #Costituzione l’Italia è una Repubblica Parlamentare con bicameralismo perfetto che neanche #Renzi è riuscito a demolire
    https://st.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-01-12/renzi-se-perdo-referendum-riforme-lascio-politica-113815.shtml

    (il solito clown) in cui il Presidente della Repubblica è un costituzionalmente incapace 😀
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2017/11/07/costituzionalmente-incapace/

Commenta