Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 sett – Ennessima aggressione ai danni del personale dell’Atac, l’azienda del trasporto pubblico romano. L’episodio di violenza questa volta riguarda dei controllori presi a calci e pugni da un uomo originario del Gambia.



Aggrediti due controllori

Il tutto è avvenuto ieri sera su un bus fermo presso lo stallo della stazione Tiburtina. I controllori sono saliti per fare il loro lavoro: quello di controllare i titoli di viaggio. Ma alla richiesta degli addetti di esibire il proprio, il ventunenne gambiano ha reagito aggredendoli. Sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma  bloccando e arrestando il gambiano. E’ trattenuto in attesa del rito direttissimo. Le accuse per lui sono di resistenza a incaricato di pubblico servizio e interruzione di pubblico servizio. A causa dell’aggressione del gambiano il servizio del bus sul quale si trovava ha subito un’interruzione di circa un’ora.

Black Brain

Lo sciopero di oggi

Proprio oggi, dalle ore 10 alle 12 si è tenuto lo sciopero dei dipendenti Atac in relazione dei “gravi eventi lesivi dell’incolumità e della sicurezza” ai danni dei lavoratori del trasporto pubblico di Roma e Lazio.

Le innumerevoli aggressioni

Le aggressioni agli autisti e in generale ai dipendenti Atac e Cotral da inizio anno sono arrivate a quota 63. A Trevignano il 19 settembre un dipendente della Cotral è stato brutalmente aggredito. Pochi giorni dopo si è verificato il pestaggio di un dipendente Atac da parte di un branco, sulla linea 042 nel quartiere di Boccea. Lunedì scorso un un’autista di Roma Tpl ad Acilia è stato malmenato e nella stessa giornata, il conducente della linea 654, nella zona di Quarto di Miglio, è stato picchiato. Il Comune alla valanga di segnalazioni e richieste di aiuto ha preferito dire che mancano i poliziotti per colpa delle promesse da marinaio di Salvini, “quello del Papeete”. E continua lo scaricabarile (ma glielo avranno detto che Salvini non è più ministro dell’Interno?) …

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Dai …. uno sciopero …
    anche il VOSTRO papa ed i vescovi della CEI
    (congrega europei imbecilli ?)
    dicono che queste merde umane miglioreranno l’europa !
    Siete proprio brutti razzisti , viva il meticciato , lo dice bergoglionzo !

    ? e mi danno del razzista …. bergo è italo-argentino , ma mi sta sul c…. come i negri …. lui e tutti i vescovi ROSSI .

Commenta