Il Primato Nazionale mensile in edicola

Tolone, 25 mar – Chissà ora cosa diranno tutti i cantori del rugby come sport dei buoni sentimenti, quello dove questi maschioni combattono ruvidamente nel campo ma sempre nel pieno rispetto delle regole e degli avversari. Invece anche nel rugby accade che possa scattare una rissa, con l’unica differenza rispetto al calcio di essere molto più violenta. E’ accaduto nella partita giocata a Tolone tra la Marine Nationale francese e la Royal Navy inglese, dove per quasi un minuto i giocatori in campo se le sono date di santa ragione. La cosa stupefacente, rispetto alla cultura calcistica semmai, è che terminata la maxi rissa è tornata la calma e la partita è stata disputata regolarmente, consegnando la vittoria ai francesi.

Davide Romano

2 Commenti

  1. Anche nelle migliori famiglie a volte ci può essere uno scontro,non vedo il parallelismo con il calcio dove di sport vi è rimasto veramente poco. Dalle immagini poi si nota una violenza non cruenta,non si vedono accanimenti su chi soccombe ,per lo più sono una serie di placcaggi e qualche pugno non molto cattivo.Episodio esecrabile ma non così drammatico come lo vogliono dipingere i pallonari invidiosi della sportività che nel rugby.

  2. Verissimo. Nel rugby quando capita ci si prende a pugni comunque con cavalleria, e i comportamenti scorretti e anti-sportivi sono sempre condannati, anche quando li commette uno della nostra squadra. Tanto per fare un parallelismo col calcio, uno come Totti, che sputa in faccia all’avversario, fa finte poco dignitose, cade da solo e ha sovente atteggiamenti da femminuccia, una figura che ben rappresenta il marcio del mondo del calcio insomma, nel rugby non sarebbe mai tollerato né esaltato come invece accade nel calcio.