Liverpool, 27 dic – Secondo il “Jerusalem Post”, quotidiano israeliano in lingua inglese, Mohamed Salah avrebbe chiesto al Liverpool di essere ceduto. La motivazione? Il possibile arrivo ai “reds” dell‘attaccante israeliano Munas Dabbur, proveniente dal Red Bull Salisburgo. La rivelazione è stata seccamente smentita dall’entourage del giocatore. Tali accuse nascerebbero da alcuni episodi “ambigui” di cui il calciatore ex Fiorentina e Roma si sarebbe reso protagonista. Quando era un giocatore del Basilea, in Svizzera, durante le qualificazioni alla Champions League aveva incontrato la squadra israeliana del Maccabi Tel Aviv. Durante il saluto iniziale, nella partita di andata, l’ex giallorosso dimenticò le scarpe a bordo campo. Per andare a riprenderle, evitò la cerimonia della stretta di mano con i giocatori avversari.

Al ritorno si racconta che Salah chiese espressamente di non essere costretto a viaggiare in Israele. La sua presunta richiesta a quanto pare venne ignorata: partecipò regolarmente alla gara, sin dal primo minuto. Ma, nuovamente, la stampa israeliana stigmatizzò i gesti del calciatore che invece di distribuire calorose strette di mano avrebbe dato solo veloci “buffetti” ai giocatori avversari. Il Times of Israel attribuì all’epoca al giocatore, di religione musulmana e molto osservante, queste frasi: «Andrò in Israele. Il calcio è più importante della politica ed è il mio lavoro. Nella mia mente giocherò in Palestina e non in Israele, segnerò e vincerò. La bandiera sionista non sarà più esposta in Champions League».

Tuttavia queste dichiarazioni invero molto forti non sono mai state confermate né da Salah né sono state rese certe da altre fonti. Come, d’altronde, sta accadendo adesso, in prossimità dell’arrivo ad Anfield di un giocatore israeliano sul quale, pubblicamente, “Momo” Salah non si è esposto. Resta il fatto che il giocatore, stella di punta del Liverpool, in Egitto è un vero e proprio eroe e, ad ogni gol segnato, si inginocchia e ringrazia Allah. E questo a qualche giornalista sembra non andar giù.

Ilaria Paoletti

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam. Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here