Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 giu – “Il capitano della Sea Watch ha forzato l’alt ed ora è in acque italiane. Il suo è un gesto di legalità, in piena coerenza con la nostra Costituzione”. Immancabile e puntuale come una cambiale, arriva il sostegno di Roberto Saviano alla capitana che ha violato le leggi italiane e ieri ha piazzato la nave Sea Watch 3 con a bordo da 14 giorni 42 immigrati irregolari davanti al porto di Lampedusa. Il video-sentenza, corredato dal solito richiamo “a buffo” alla Carta, contiene anche il consueto attacco al ministro dell’Interno Matteo Salvini sul fronte dei porti chiusi alle Ong. Il tono è così drammatico da sfiorare il ridicolo e la voce impostata, le pause teatrali, tolgono spontaneità alle parole del “copincollatore” di Gomorra (che in questi giorni sta andando in giro per l’Italia a vendere il suo libro pro Ong). Oppure, proprio perché melodrammatiche, le parole del “bardo cosmopolita” commuoveranno la sinistra, motivata così ancor di più a stracciarsi le vesti sul molo di Lampedusa in nome dell’immigrazionismo e dell’accoglienza indiscriminata.

“Il porto più vicino è quello italiano”

“Le vite in mare vanno sempre salvate – prosegue Saviano – e il porto più vicino è quello italiano”. Parole perfettamente in linea con la versione della Ong tedesca, quando è sotto gli occhi di tutti che il porto più vicino era Tripoli e proprio lì la nave doveva andare a effettuare lo sbarco, secondo le indicazioni del governo italiano. O al limite in Olanda, visto che la nave batte bandiera olandese. Oppure in Germania, visto che la Ong è tedesca. Insomma, le alternative c’erano, eppure la capitana ha puntato all’Italia, già 14 giorni fa, sfidando apertamente il nostro governo.

“Carola sta facendo il dovere di ogni essere umano”

Ma per Saviano, ovviamente, la capitana è un’eroina. “Carola e la Sea Watch non stanno facendo altro che il dovere di ogni essere umano e di ogni cittadino e lo stanno facendo in coerenza con le leggi italiane”. Altra inesattezza: le leggi italiane vietano alla nave di entrare nelle nostre acque. “E le leggi italiane – conclude il sedicente scrittore – trionferanno contro la propaganda del ministro Salvini e di questo governo”. Una profezia, quella di Saviano, pronunciata con una sicurezza da far tremare i polsi.

Ecco il video di Saviano:

Adolfo Spezzaferro

5 Commenti

  1. Questi esseri patetici e in malafede, quando esauriscono gli argomenti, passano al contrattacco accusando Salvini di non effettuare i rimpatri, perché non in grado di formulare accordi con i paesi di provenienza dei clandestini. Sono vergognosi, in quanto, prima hanno istruito tutti i sedicenti naufraghi raccomandando loro di distruggere i propri documenti, poi, di dichiarare una nazione di provenienza fittizia fornendo false generalità; è ovvio che non potranno mai essere rimpatriati, perché se hai dichiarato il falso nessun paese vorrà farsi carico di una persona che per lui non esiste. Per intenderci, se io sbarcassi nel Regno Unito, senza documenti, e affermassi d’essere spagnolo, fornendo un nome falso, la Spagna non potrebbe riprendermi, perché a lei non risulterebbe la mia identità. Ora, per noi occidentali il gioco non può funzionare, abbiamo banche dati, foto segnaletiche e impronte d’identità, ma in Africa tutto ciò non esiste, quindi, questi farabutti, negrieri moderni, possono continuare impunemente a far sbarcare questa marmaglia senza alcun timore, ben consci che rimarranno a carico della nostra civiltà. Io mi chiedo, ma è mai possibile, che nessuno che condivide il nostro pensiero politico, nei molteplici salotti televisivi dominati dall’intellighenzia di sinistra, possa divulgare questa semplice verità, cercando così di porre a più miti consigli, tutti questi intellettuali da strapazzo, che non potranno controbattere in alcuna maniera all’evidenza dei fatti. Che dire, spero che qualche anima senziente possa diffondere questa verità, allo scopo di risvegliare le coscienze ancora ottenebrate dalla propaganda delle sinistre.

  2. Ma qualche giorno di lavoro fallo ,tra cazzate che scrivi programmi invitato e adesso anche sea watch e andiamo lavora e produci anche un pochino per il prossimo.

  3. Adesso il copia incolla con attico a new york si è messo a fare il costituzionalista??? Ma chi si crede? Dio in terra?Consiglio di vederne l’imitazione di Checcho Zalone che rappresenta molto bene questo personaggio

Commenta