Roma, 13 gen – Roberto Saviano vuole Emma Bonino presidente. O presidenta. Nel dubbio meglio la presidente, come scrive lui. Sulla sua pagina Facebook, il sedicente vate fa l’ennesimo appello “strappastorie”, nemmeno troppo originale visti i continui appelli per il politico radicale visti negli ultimi tempi.

Saviano vuole la Bonino presidente

Saviano per la Bonino presidente, quella che lui sogna, dice. Questo nonostante la stessa Bonino abbia ribadito di non essere disponibile, come riportato dall’Ansa. A questo punto ci sono due strade possibili: la prima che è Saviano non legga i giornali, il che sarebbe piuttosto divertente ma troppo poco stupido. La seconda è che forse volesse un po’ riprendere il treno di super Emma giusto per lanciare un po’ di retorica a vuoto.

La prima ipotesi viene smentita dalla parte finale del post di Saviano: “Ha ragione quando dice che sarebbe stato più giusto averla in quel ruolo anni fa. Emma non vuole, sente che la stanchezza non le permetterebbe di dare il suo meglio. Ma se ci fosse anche solo un sottilissimo spazio per convincerla e davvero un asse politico fosse ipotizzabile, non avrei dubbi: per me è lei la presidente di cui l’Italia ha bisogno.”

Dunque, via libera alla retorica a vuoto, per fare rumore, per un po’ di femminismo strappalike. Saviano, in questo, un tempo era un maestro. Oggi, a giudicare dalla sua popolarità decrescente (sebbene sempre elevata) appare esserlo molto meno.

L’ennesima santificazione della Bonino

Il post di Saviano, come dicevamo, non è esattamente un esempio di originalità. L’eroe di tutti noi si diletta in una serie di luoghi comuni e frasi fatte sulla santità della cara Emma Bonino, colei che ha lottato per i diritti e le libertà delle donne. Che molte siano libertà piuttosto carnefici non è questione evidentemente così rilevante.

Saviano insiste con Bonino presidente

Non che ci sia molto da commentare oltre, ma il passaggio seguente ci pare interessante: “Perché in un Paese dove giustizia significa troppo spesso giustizialismo, ha avuto il coraggio di frequentare le carceri, i Cie, gli ospedali psichiatrici giudiziari.” Sarebbe interessante chiedere a Saviano cosa intenda per giustizialismo. Ma scommettiamo che – per fare due esempi – la sentenza contro quell’altro santo di Mimmo Lucano ne sia una prova, gli attacchi contro Salvini per aver difeso i confini italiani siano ordinaria amministrazione. Sempre della giustizia. Caro Roberto, hai un bisogno disperato di idee nuove.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Purtroppo cara Eva, questi personaggi hanno carriere politiche, ( non parlerò di vite) lunghissime .

  2. una donna che ha fatto più di SEIMILA aborti facendo a pezzi dei bambini prima ancora che nascessero…
    e per giunta in spregio a tutte le leggi vigenti allora che vietavano le IVG non terapeutiche
    in tutta italia
    NON LA VOGLIO COME PRESIDENTE del mio paese.

    se mi fosse possibile anzi,la vorrei in galera sino all’ultimo alito di vita.

    e tu saviano,perchè non vai a voltare letame in qualche stalla,che quello è il tuo posto?

Commenta