Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 sett – A sentire notiziari e quotidiani viene da pensare che sia stato sventato un complotto organizzato in grado di mettere in ginocchio la nazione intera. Se non addirittura di farla deflagrare con ordigni progettati da una non meglio chiara rete terroristica denominata “No vax”. Se poi, invece, guardiamo la realtà dei fatti e consideriamo cosa è successo veramente, prendiamo atto che la sinistra si è costruita a proprio uso e consumo il fantoccio della guerriglia organizzata dal mondo No vax. Sempre il solito l’obiettivo: avere un nemico che le dia ragione di vita. Regalandole la possibilità di mettere in campo forza e brutalità.



Zone franche criminali, pugno duro con gli scettici

L’Italia, di fatto, è stato militarizzata a causa di una minaccia che non esiste. Perché, banalmente, inesistente risulta la frangia No vax ipoteticamente violenta. È un controsenso la scelta odierna della sinistra di spiegare le forze dell’ordine in ogni dove. La stessa sinistra che fino a ieri furoreggiava ogni qualvolta venisse reclamato l’utilizzo di Polizia e Carabinieri per ristabilire l’ordine. Specie in quelle zone franche dove vige l’illegalità spesso portata da bande criminali, spesso e volentieri straniere, che si insediano e divengono vittime da comprendere.

Alla sinistra piace la polizia (se reprime il dissenso)

In poche parole, alla sinistra piacciono le forze dell’ordine quando vi è da reprimere il dissenso, spesso becero e confuso, di una parte di popolo che fino a prova contraria sta esercitando il proprio diritto alla libera espressione. Mentre gli stessi agenti vanno disarmati e identificati non appena vola uno schiaffo durante le mille manifestazioni davvero violente. Quelle ad esempio organizzate dalla frange teppiste della sinistra extraparlamentare e dai gruppi anarchici. All’inaugurazione di Expo nel 2015, a Milano le forze dell’ordine si limitarono a guardare i vandali devastare mezza città. L’idea delle autorità essendo di lasciare che si sfogassero in una zona delimitata del centro urbano.

I No vax trattati come terroristi

Oggi al contrario per qualche decina di confuso manifestante, alcuni dei quali già provvisti di capelli bianchi, è stata mobilitata, oltre alle forze dell’ordine, una grancassa mediatica degna di un attacco terroristico. Ed anzi, quando è emerso che l’Isis-K avrebbe perpetrato un attentato  all’aeroporto di Kabul, i media italiani hanno suonato le loro sirene dall’arme con meno foga rispetto all’altro giorno per le manifestazioni No vax. I quali possono e debbono essere stigmatizzati per gli errori concettuali che commettono, indubbiamente. E però è oscena la trasformazione di costoro in un movimento violento pericoloso che minerebbe la stabilità del paese.

Leggi anche: “Chiamate Bava Beccaris a sparare sui no vax”: il terrorismo di Cazzola (+Europa) (Video)

Se il numero di vaccinazioni giornaliere rimane alto, o vira leggermente verso il basso, significa che la frangia di No vax rimane sottile. Velleitario dunque pensare di immunizzare il 100 per cento della popolazione dato che nessuno ha mai parlato di un obbligo vaccinale. È mera logica: qualcuno che non vorrà il vaccino ci sarà, e ci sarà anche qualche idiota pronto a malmenare un virologo o un giornalista. Trasformare questo spicchio di persone in un dramma collettivo significa stravolgere la realtà di un paese in cui sono state somministrate 77,8 milioni di dosi. Ed in cui il 61% della popolazione ne ha ricevute due. Attestandosi così tra gli Stati maggiormente avanti in questa corsa contro il tempo.

La sinistra sempre alla ricerca di un nemico

Questo allarmismo avrebbe la pretesa di appiattire l’intera società sulla narrazione voluta dalla sinistra, la quale intenderebbe non solo convincer tutti a vaccinarsi ma criminalizzare chiunque osi scostarsi dal suo nuovo totem. Quello rappresentato dalla lotta alla pandemia falciando libertà e diritti fondamentali. Assaporando durante questo lasso di tempo il godimento di una nuova rivoluzione d’ottobre. Nata e fondata, ça va sans dire, su nobili ideali e ottimi fini.

I soliti liberticidi

Il nocciolo è solo questo, come sempre e come ormai dovremmo aver imparato. La sinistra è liberticida in tutte le sue forme e in qualsiasi modalità essa esprima il suo potere radicato in questa nazione. Ogni osservatore attento noterà, difatti, che qualsiasi sua iniziativa ha come corollario l’individuazione di un nemico. E il suo annientamento, con le buone o con le cattive.

Lorenzo Zuppini

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Agli ex (!)\ militari non gliene frega nulla della sinistra, vogliono solo uno stipendio, guadagnato decorosamente (!) per mandare avanti una famiglia come la maggioranza delle persone. Possibilmente con molte meno rotture di balle. In questo caso, deve solo cambiare il datore di lavoro per il bene di tutti. Il sino-virus strumentalizzato vergognosamente (salvando i veri colpevoli), è chiaro a tutti. No vax, ni vax, sì vax (quelli senza fini di lucro e di potere).

  2. Articolo giusto : le tv e i giornaletti on line con titoli da novella 2000 hanno dipinto una quadro da Marcia su Roma , per non parare del giornale dei manettari italiani che per anni ha promozionato un Movim. che dell’odio della politica e del change regime ha fatto il suo mantra! Ma si sa : business ! Tutto fa brodo! Anche il fake terrorismo inventato invece del terrorismo vaccinale coercitivo del governo!

  3. Sui no vax trattati come terroristi è tutto vero.. ma il primo a usare la parola “terroristi” o uno dei primi.. è stato libero quotidiano. Che è un giornale di centrodestra.. Forza Italia vuole repressione dei no-vax come il PD (per dire..) allora perché parlare di destra o sinistra?
    Separando il popolo in destra e sinistra(che nella politica attuale del governo non esistono, ma esiste solo un potere centrale al di sopra) si rischia di fare il gioco di chi i diritti dei no vax li vuole reprimere separando la popolazione..(spero che la cosa sia involontaria)
    Già il popolo è debole rispetto al governo e sta perdendo sempre.. non bisogna indebolirlo ma al contrario rinfirzarlo facendo lottare tutti uniti.
    P.s: è il mio parere..

  4. P.s: per precisione, oltre a 1000 allusioni che descrivevano i novax come male assoluto.. quel modo di chiamare i no vax era stato usato dal Bassetto che poi è stato riportato da libero.
    Anche il titolo “criminali no vax” etc..orrore no vax.. Cattivi maestri questo usato sia da Repubblica che libero era rivolto a personeche davano una forma di narrazione alternativa) in questo caso venivano demonizzati loro.. ho citato solo qualche esempio. Ci sono tanti giornalisti che scrivono un articolo ogni 3 contro i no vax- come se fossero il nemico numero 1 mondiale.. è come se improvvisamente fossero spariti mafia, andrangheta, corruzione nelle big Pharma..e altre cose più serie è l’attenzione è al 90% sul demonizzare chi la pensa in modo diverso e si batte per infarto rispettarevi diritti violati(è un modo di dire). Qussto solo per evidenziare quanto assurda sia questa narrazione. Così..pian piano.. sono arrivati a questo punto
    P.s: è il mio parere personale.

Commenta