Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 lug – «Per il Giudice per le indagini preliminari di Agrigento, Carola Rackete non doveva neanche essere arrestata. Questo provvedimento apre la strada all’archiviazione delle accuse formulate nei suoi confronti. […] Stasera dobbiamo essere felici perché ad Agrigento c’è un Giudice». Parola di Roberto Saviano. La liberazione di Carola, è ovvio, ha mandato in visibilio tutta la sinistra immigrazionista. A partire proprio dal «bardo cosmopolita», che su Facebook ha subito cantato vittoria.

Toghe rosse per Carola

Abbiamo così scoperto che, per «salvare vite in mare» (cosa tutta da valutare), è lecito fottersene delle leggi italiane e attentare alla vita dei nostri militari. La gip di Agrigento ha confermato il dato: il diritto della navigazione è nulla, mentre le tavole sacre dell’umanitarismo sono tutto. La sinistra ha sempre ragione, anche quando ha torto marcio. Se una nave avesse minacciato di entrare illegalmente nella baia di New York, il governo dei democraticissimi Stati Uniti l’avrebbe silurata senza pensarci troppo. In Italia, invece, si troverà sempre una «toga rossa» pronta a giocare sul cavillo, a ribaltare una sentenza, a umiliare un governo nemico. E a consentire a una criminale di farla franca.

Ma è davvero una vittoria?

Ebbene sì, lo sappiamo: la sinistra è ben incistata nei posti che contano, in quello «Stato profondo» (deep state) che ostacola ogni cambiamento e pratica la più subdola ostruzione ai danni dell’avversario. Dalla vicenda di Carola, in effetti, Salvini ne esce impotente e ridimensionato. Questo, però, esclusivamente sul lato operativo. A livello comunicativo, invece, il leader della Lega può passare all’incasso (e i sondaggi parlano chiaro). La sinistra globalista, infatti, ha mostrato per l’ennesima volta la propria arroganza: la sua ideologia allucinata non può essere messa in discussione da nessuno, neanche dalla sovranità popolare. La minoranza rumorosa dei Saviano e dei Lerner conta più della maggioranza silenziosa non rappresentata sui media. Una figlia di papà tedesca vale più della vita di un finanziere italiano. La retorica no border è più forte delle leggi e del diritto. Questo la gran parte degli italiani l’ha capito. E il suo odio per la sinistra diventa sempre più radicato e diffuso. Insomma, siete veramente sicuri che, sulla vicenda Carola, la sinistra abbia vinto?

Valerio Benedetti

13 Commenti

  1. grazie a questo magistrato,Salvini sarà il prossimo Presidente del Consiglio.

    purtroppo quelli di Sinistra sono come i Tedeschi…anche quando a volte sono intelligenti rimangono fondamentalmente degli stupidotti.

  2. Il problema è solo uno: ci manderanno a votare di nuovo? Sono convinto che se potessimo recarci alle urne, entro la fine dell’anno, potremmo dare un bel calcio nel sedere ai 5 stelle e vedere una maggioranza composta da Lega e fratelli d’Italia, con Forza Italia ormai irrilevante, che mendicherebbe un posto al tavolo di comando. Purtroppo, credo che non sia nell’interesse del sistema precostituito, il regime composto dalle cariche istituzionali, (Mattarella, Fico, Casellati, Ermini, e via discorrendo), ce l’ho impedirà, perché molto più conveniente mantenere un asse di governo che, oramai, al Senato non ha più numeri per far approvare nessun decreto. Sinceramente no so cosa augurarmi, continuando su questa strada si rischia lo scontro sociale, intendo quello fisico, perché credo sia evidente che un minoranza rumorosa sta prevaricando la volontà maggioritaria, non quella del 50+1, ma quella di 2/3 del paese. Son uscito da poco da un contenzioso legale che, per affermare la legittimità delle mie istanze, mi è costato 8 anni di attesa e 36.000 Euro di avvocato, e meno male che non ho dovuto pagare le spese processuali; questo è, allo stato attuale, il sistema giudiziario italiano, per gli autoctoni solo lungaggini interminabili e onorari salatissimi, per gli allogeni garantismo e patrocinio gratuito. Sono profondamente disgustato e nauseato, credo che queste sensazioni siano condivise dalla maggior parte dei nostri connazionali, vedremo come andrà a finire.

  3. Non è detto che la maggioranza abbia sempre ragione, anche se per le regole della democrazia può succedere che le sue idee possano prevalere. Ricordate Socrate condannato a morte per empietà da poco più del 50% dei suoi giudici. Quel che è certo è che per una Italia così livorosa non vorrei mai versare una sola goccia del mio sangue.
    Per quanto riguarda il Capitan Fracassa Salvini e i suoi intelligentissimi sodali (sono veneto e quindi qualcosa ne so) passeranno anche loro, e voi insieme a loro.

  4. A prescindere dagli aspetti giuridici della vicenda, che sicuramente faranno discutere chi è pro e chi è contro le ONG “selvagge” che scorrazzano su e giù per il mediterraneo, definire gli Stati Uniti odierni come uno stato “democraticissimo”, con un presidente hitleriano e ossessionato dalle muraglie medievali, e palesemente in combutta con la teocrazia fondamentalista dell’Arabia Saudita, è una barzelletta che non ha neppure bisogno di commenti.
    Come paragone lo trovo un tantino infelice. Io avrei scelto un esempio ben diverso.

  5. E invece nonostante il nostro sostegno elettorale Salvini finirà arrestato x sequestro di persona x i fatti della Diciotti da parte di questi #gaystapo comunisti

  6. Scrivo da ex elettore di sinistra, ciò che ero almeno fino agli anni ’90. Ora le mie idee sono parecchio mutate, ma proprio in nome delle istanze di GIUSTIZIA E DI EGUAGLIANZA DI FRONTE ALLA LEGGE, sbandierate a sinistra dal tempo lontano della Dichiarazione del 1789. Infatti si sta pervenendo ad una sorta di RAZZISMO E DISCRIMINAZIONE ALLA ROVESCIA: CONTRO GLI ITALIANI. Contro le IMPRESE ITALIANE, iugulate da tasse e burocrazia, mentre quelle, che so, CINESI, sono esentasse per i primi due anni: quindi “falliscono” e cambiano intestazione. CONTRO L’IDEA STESSA DI SOVRANITA’ NAZIONALE: nessun paese europeo si lascia dettare l’agenda di politica estera da SCAFISTI CRIMINALI ED ONG COLLUSE (basta trattarci da idioti; lo capirebbe anche un bambino!). Invece l’Italia é costretta a subire provocazioni e ad incassare cedimenti. Messa alla berlina da paesi come la FRANCIA, OLANDA, GERMANIA… che si pigliano verso di noi tutte le libertà che vogliono, tramite navi che battono le loro bandiere: violare divieti, invadere acque territoriali (NOSTRE, NON DI PAESI LIMITROFI ai sedicenti “profughi” e navi ONG che li “soccorrono”, come Tunisia e Malta), farci prediche BUGIARDE ED IPOCRITE ad ogni occasione ! Ma il lato più ripugnante é la QUINTA COLONNA RADICAL BORGHESE CHE FA CAPO AL PD.Tale partito é l’essenza del DISPREZZO E DEL TRADIMENTO perpetrato contro Italia, italiani e legittimi interessi nazionali ! Purtroppo i loro Gad Lerner, Sansonetti, Fazio, Gruber, Saviano, e tutto l’apparato dei cortigiani “politically correct” hanno un peso mediatico del tutto SPROPORZIONATO rispetto al consenso popolare. Nessun “razzismo”, ma solo l’istanza sacrosanta di vivere in uno STATO DI DIRITTO, DOVE IL VOTO POPOLARE CONTA QUALCOSA. E DOVE IL VATICANO DI BERGOGLIO NON SI SOSTITUISCA A CIO’ CHE I CITTADINI ELETTORI HANNO DELIBERATO PER IL PROPRIO BENE.

  7. LUNGAGGINI INTERMINABILI E ONORARI SALATISSIMI (PER NOI ITALIANI), INVECE GARANTISMO E PATROCINIO GRATUITO PER GLI ALLOGENI. MI SEMBRA CHE QUESTA VALUTAZIONE ESPRESSA NEL COMMENTO DI CUI SOPRA, FOTOGRAFI PERFETTAMENTE LO SFACELO DI UNA SOCIETA’ CHE I POTERI “FORTI” DELLA CUPOLA MASSONICO-FINANZIARIA HANNO DESTINATO AD ESSERE INVASA E METICCIATA, SIA CULTURALMENTE, SIA SOCIALMENTE, SIA BIOLOGICAMENTE. ORMAI ANCHE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PARLA DI IDENTITA’ NAZIONALE COME FOSSE UN PERICOLO ED UNA COLPA ! NELLA SCUOLA STESSA, LE NOSTRE TRADIZIONI UMANISTICHE E LA LEZIONE DI LINGUA E STILE DEGLI AUTORI, MAGARI ANCHE DI SINISTRA, CEDONO LUOGO ALLO SLANG ANGLO AMERICANO DEI “PROGETTI” E DELLE “EDUCATIONS”: “PEER TO PEER”, “PLAY EDUCATION”, “FLIPPED CLASSROOM”, “WEB GENERATION”… iN QUESTO BRODO DI GIUGGIOLE ANARCOIDE, DOVE I SINDACI STESSI, COME IL SALA DI MILANO, SPONSORIZZANO I “GAY PRIDE”, STANNO PREPARANDO IL VUOTO MORALE E MENTALE PER IL NOSTRO RADIOSO AVVENIRE: QUELLO DI UNA PENISOLA …EURO – AFRICANA. Popolata dalla generazione…che non c’é !

  8. La gente si e; rotta il caXXo.
    La sinistra non esiste: C’e’ solo gente che vuole viverci (bene)sopra al suo nome e sopra ai contribuenti.
    Che vada al diavolo, sinistra, centro, destra Carola e immigrati…

  9. Questo canto di vittoria è il classico “canto del cigno” di una sinistra, sì arrogante, ma anche morente che sta sparando le ultime cartucce attraverso i deliri di Saviano, Lerner & Co… anche se mi aspetto anche qualche commento da Fazio, Floris, Gruber, etc… insomma dal gotha dei radical chic. E’ stata persa una battaglia, ma non la guerra; e di questo ne sono fermamente convinto proprio perché questi “canti” non rappresentano quello che vogliono veramente gli italiani, ed i numeri delle ultime elezioni credo parlino in modo fin troppo chiaro ed esaustivo.
    Detto questo, quello che non ho ancora capito è:

    Domanda 1: per quale motivo la “comandantessa” (per usare un termine un puro stile boldriniano), se aveva VERAMENTE tutta questa urgenza “umanitaria”, ha stazionato 2 settimane pressoché ferma al largo di Lampedusa in attesa di un OK allo sbarco quando i paesi UE che si affacciano sul mediterraneo sono parecchi e, in 2 settimane, avrebbe potuto facilmente potuto raggiungere un porto alternativo con grande giovamento per i gentili ospiti a bordo?

    Domanda 2: perché la UE continua ad usare l’Italia come cassonetto dei rifiuti?

    Domanda 3: chi è che finanza e sponsorizza tutte queste ONG e derivati?

    Domanda 4: chi paga, cioè, loro gli stipendi? Dubito fortemente che lavorino per la gloria e gli onori della cronaca…

    Credo che fintanto che dalle leve del comando non sarà sradicata la sinistra, ma soprattutto quella sinistra pro immigrazione, non andremo molto lontano.

Commenta