Roma, 16 ago – A Shanghai è fuga dal lockdown. Per lo meno, un tentativo di fuga, da quanto emerge e viene riportato su vari media, incluso il Corriere della Sera.

Shanghai, la gente prova a scappare dal lockdown

La voce di un “contatto diretto” è stata sufficiente per mandare nel panico centinaia di persone, in un centro commerciale in Cina. Ancora una volta, si parla di Shanghai, e del lockdown che di lì a breve sarebbe scaturito, considerate le continue quarantene che paralizzerebbero la città da mesi. Nel negozio Ikea, dunque, scatta una vera e propria fuga: i clienti, impauriti, provano a uscire, come testimoniano diversi video. Secondo le informazioni trapelate, non ci sarebbe nemmeno la conferma di un soggetto positivo, ma – appunto – solo il “contatto”. Da lì la decisione ferrea di una quarantena di due giorni.

Il video, pubblicato anche su TodayOnline, è piuttosto emblematico.

La Cina e le nuove quarantene

Certamente, se Shanghai è davvero quella degli ultimi mesi, c’è da rimanere basiti. Sono ormai diversi i blocchi dall’inizio di quest’anno, i quali hanno provocato panico e nervosismo nella popolazione. I residenti, in particolare, lamentano la difficoltà di trovare e acquistare beni di vita quotidiana, come ovviamente il cibo, ma anche le medicine. Noi stessi, proprio a proposito della capitale economica del Paese, qualche mese fa avevamo commentato così: “Inseguire un virus all’infinito è possibile? Se lo chiedeva la virologa Maria Rita Gismondo, insieme ad altri medici non sempre inclini a sposare l’approccio dominante in materia Covid. A quanto pare, la Cina continua a dire al mondo, a mostrare al mondo, quanto esso sia possibile”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. è possibile?
    certo….
    fin quando non salterà la mosca al naso,
    a troppi,contemporaneamente.

    dopodichè credo che la cina si renderà conto di avere un problema di sicurezza grave..
    solo che non sarà il virus,ma la sua popolazione:
    che andrà a caccia di politici e polizia.

Commenta