Roma, 6 apr – Un uomo si masturba davanti a una passeggera durante un volo aereo. L’incredibile storia è riportata su Notizie.it.

L’uomo che si masturba in aereo: “Avevo chiesto il permesso”

“L’uomo che si masturba in aereo”. Potrebbe essere quasi il titolo di un porno dal dubbio gusto comico, eppure è avvenuto realmente. Il passeggero, uno statunitense, si è masturbato davanti a una donna sul volo della Southwest Airlines da Seattle a Phoenix. Poi, però, ha provato a giustificarsi: “Ho chiesto il permesso prima del decollo”. Sarebbe avvenuto quanto segue: l’uomo si sarebbe tirato giù i pantaloni e si sarebbe toccato appena dopo il decollo, per poi mettersi a dormire. A segnalarlo, la donna che era seduta accanto a lui, che ha informato l’equipaggio e ha mostrato le foto che aveva scattato col telefono, in modo da avere una testimonianza di quanto era successo. Successivamente, è stata accomodata in un altro posto per il resto del viaggio.

L’arresto

Il volo è atterrato a Phoenix, e lì la donna ha raccontato ai funzionari dell’Fbi l’accaduto, ovvero la masturbazione dell’uomo, che sarebbe avvenuta almeno quattro volte. Il passeggero, come già detto, non ha negato. Anzi, ha cercato di “motivare” il gesto affermando di aver chiesto il permesso alla donna che era seduta accanto a lui prima del decollo. Pare che la risposta sia stata un’alzata di mani in segno di resa. Una risposta mimica che l’uomo afferma di aver male interpretato. In ogni caso, per lui è scattato l’arresto con l’accusa, ovvia, di atti osceni in luogo pubblico. Oltre questo, è stato bandito a vita dai voli nel sud-ovest dalla compagnia aerea SouthWest, che ha commentato così il fatto: “La situazione è stata segnalata ai membri dell’equipaggio durante il volo e il comandante ha contattato le forze dell’ordine”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta