Roma, 13 mag – Un altro morto sul lavoro e, nuovamente, un incidente. Questa volta avviene in Sicilia, come riportato dall’Ansa.

Morto sul lavoro un uomo precipitato da un ponteggio

Il luogo in cui si è verificato il grave incidente è l’autostrada A19 Palermo-Catania, all’altezza di Enna. Lì, in una posizione appena sopraelevata, due operai sono precipitati da un ponteggio, dell’altezza di circa 5 metri. Successivamente sono giunti i soccorsi inviati dalla centrale operativa del 118 di Caltanissetta. Ma per uno dei due uomini era già troppo tardi, e i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Il collega è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Enna, ma le sue condizioni sono serie, visto che ha subito un grave trauma addominale.

Il dramma degli incidenti mortali

Gli incidenti mortali sul lavoro sono una realtà ricorrente, purtroppo, frequentissima. Solo qualche settimana fa l’Inail denunciava, per i primi tre mesi del 2022, una crescita di 189 casi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: “Dati ancora provvisori il cui confronto richiede “cautele”, dice l’Istituto. Ma le denunce di incidenti mortali nel primo trimestre del 2022 riportate dall’Inail sono state 189: un aumento del 2,2%. E non solo: crescono anche le patologie di ordine professionale denunciate, con circa 14.517 denunce (+6,9%). Quanto agli infortuni, tra gennaio e marzo sono cresciuti in modo esponenziale: il numero registrato è di 194.106, un aumento del 50,9% rispetto allo stesso periodo del 2021.”

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Fuori nomi e cognomi dei morti sul lavoro, non devono restare spesso come indegni sconosciuti per tutelare tratte infami. Brutti da nascondere… ne so qualcosa.

  2. Brutta ciao ha ragione perché questa manodopera sfruttata a massimo rischio non sono spacciatori… da tutelare!!!!!

Commenta