Roma, 26 apr – Teneva prigioniera una figlia. E da un tempo prolungato, circa tre anni. Sono i dettagli raccapriccianti di un fatto di cronaca avvenuto ad Avellino e riportato da Tgcom24.

Una figlia prigioniera di una madre

La donna di 47 anni che avrebbe tenuto prigioniera la figlia ventenne per tre anni è stata arrestata dai carabinieri ad Aiello del Sabato, piccolo centro vicino alla città di Avellino. La ragazza sarebbe stata chiusa in stanza, a chiave, e talvolta perfino legata mani e piedi per impedirle di scappare. La denuncia è partita dalla sorella diciottenne della vittima, a seguito della quale sono cominciare le indagini. Adesso, le due ragazze sono state trasferite in una struttura sorvegliata.

Anche il padre è denunciato

Il papà della ragazza prigioniera ha 46 anni. Anche lui è stato denunciato e allontanato dall’abitazione, con il divieto di avvicinarsi ai ben otto figli della coppia. Quattro di questi sono ora in una casa famiglia, sempre vicino Avellino. Gli altri due vivono ancora nella casa familiare. Quanto alla ragazza segregata, era in buone condizioni di salute. Diversi anni fa era scappata di casa e ritrovata nella notte nel bosco. La aiutarono in quel caso i servizi sociali, e secondo le testimonianze i risultati del sostegno psicologico erano stati positivi.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta