Il Primato Nazionale mensile in edicola
WATSON_00004532-001-630x420Cepagatti, 15 mar – Di giustezza Greg Van Avermaet regola allo sprint, della sesta tappa della Tirreno-Adriatico, Peter Sagan e vola in testa alla classifica. Il belga, portacolori della BMC, ottiene il secondo successo in stagione dopo la prima prova dell’anno su pavé l’Het Nieuwsblad, sempre su Sagan, ed ora guida la corsa con 7″ di vantaggio su Stybar e 8″ sul campione del mondo slovacco. Il podio di giornata è completato da Michal Kiatkowski a 2″, quarto Stybar a 4″. A 7″ Ewan che vince la volata del gruppo degli inseguitori. Il migliore degli italiani in graduatoria è Gianluca Brambilla quinto a 28″ dalla maglia azzurra, mentre Vincenzo Nibali è decimo a 34″. Nella giornata di oggi si correrà la decisiva cronometro di 10,050 metri a San Benedetto del Tronto.
Intanto lo Squalo, prima del via di ieri, ha trovato il tempo di andare a stringere la mano, per suggellare la pace, con il patron della corsa Mauro Vegni, dopo le polemiche sull’annullamento della frazione di domenica. Nibali ha comunque deciso di intraprendere la via legale nei confronti di Matt Brammeier della Dimension Data che aveva definito – su twitter – il siciliano un “idiota egoista” e Tony Martin che ha elogiato l’irlandese scrivendo: “Matt sei un grande, non avresti potuto dire meglio”. Ora è tutto nelle mani dell’avvocato del capitano dell’Astana.
Lorenzo Cafarchio
Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta