Torino, 7 mar – Nell’accogliente Torino si terranno lezioni di yoga gratis per immigrati “stressati” dalle conseguenze del dl sicurezza voluto dal ministro dell’interno Matteo Salvini. L’iniziativa, proposta da alcuni maestri yoga torinesi, è in collaborazione con Refugees Welcome Italia e la Regione Piemonte. Si tratterà di una giornata a base di lezioni di yoga, uno spazio in cui confrontarsi e distendere i nervi per tutti coloro che rischiano di non vedersi rinnovato il permesso di soggiorno.

Le motivazioni

Paola Raho e Luna Guaschino, ideatrici dell’incontro che si terrà sabato 9 marzo, spiegano i motivi alla base dell’iniziativa: “Perché lo Yoga? La giornata offerta da maestri di varie discipline – dicono – vuole rispondere alle recenti decisioni legislative che riguardano i migranti in Italia proponendo uno spazio di condivisione dove famiglie ospitanti dell’associazione no profit Refugees Welcome, richiedenti asilo e praticanti della comunità torinese, per un giorno, potranno confrontarsi, discutere, trovare uno spazio di accoglienza”. La giornata inizierà alle 10,30 e sarà un alternarsi di lezioni gratuite di circa 60 minuti l’una, di varie discipline: ashtanga, kundalini, hatha, meditazione. Si accetteranno offerte che saranno devolute a Welcome Refugees. Tutto molto bello, ma perché non organizzare incontri di meditazione, confronto e relax anche per le migliaia di italiani in difficoltà residenti a Torino?

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteOrge in canonica, don Cavazzana perdonato dal vescovo e reintegrato
Articolo successivoGiappone, altro che pacifismo: torna l’esercito e aumentano le spese militari
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

9 Commenti

  1. Ma fanno per davvero? Mah… L’avete visto quel gran faccione della Appendino? Secondo voi n’à faccia quadrata ha pure il cervello?

    • Purtroppo si.Temo che questo ci si rivoltera contro un giorno.
      Riguardo la Appendino,un ennesimo mattone a quel muro rosso che rappresentano i 5s.

  2. Devo dire che la nausea piddino- comunistoide della coppia chiamparino-appendino sta raggiungendo in Piemonte livelli ignobili……….ma quanti cavolo di soldi stanno gettando al vento……….pure lo yoga per negroidi tribali………. I coglioni italioti che li hanno votati saranno sicuramente al settimo cielo……….gli italiani che ancora conservano qualche tipologia di attribuito ,femminile o maschile che sia,spero in futuro possano ritrovare la lucidità perduta e mandare a casa questi mediocri personaggi inqualificabili.

  3. Fino a che la stramaledettissima sinistra e il PIDIESSISMO istituzionalizzato continueranno ad avere uomini propri che ricoprono cariche istituzionali, (sindaci, assessori, prefetti pretori, etc. etc.), riusciranno a far figurare che a tutti interessano solo i negranti, e che degli Italiani e delle loro rimostranze “non gliene forte un cazzo a nessuno”! Gli Italiani esistono solo per mantenere a suon di salatissime tasse, gabelle, accise & balzelli il loro “circo barnum” con tutti i fenomeni da baraccone che vorranno farci ingugnare! Maledetti loro!!!

Commenta