Roma, 28 feb – L’Ucraina nella Nato e la risposta “diplomatica” di Matteo Salvini. Accade a MattinoCinque, come riporta Tgcom24.

Ucraina e Nato, Salvini: “Prima fine della guerra”

A MattinoCinque il conduttore Fabrizio Vecchi chiede a Matteo Salvini cosa ne pensa dell’eventuale ingresso di Kiev nella Nato. Il leader del Carroccio risponde così: “Secondo lei questo è un discorso che si affronta a MattinoCinque un lunedì mattina di fine febbraio, così?. In questo momento va fermata la guerra e io ho la brutta abitudine di decidere sulla base di elementi di mia conoscenza. Ho bisogno di elementi in più per valutare”. Sulle priorità, in altre parole, è forse difficile deviare più di tanto.

L’insistenza del giornalista e la nuova risposta

Ma la domanda su Ucraina e Nato non si esaurisce, e Vecchi insiste con Salvini: “Sul tavolo della trattativa c’è proprio la questione della Nato”, dice. E il riferimento è ai negoziati che, in Bielorussia, Mosca e Kiev stanno intrattenendo. Il leader della Lega risponde, allo stesso modo, così: “Bisogna fare tutto quello che è possibile per stemperare il clima, per fermare le violenze parliamo di politica quando la guerra si sarà fermata”.

Alla fine la sentenza: l’ingresso dell’Ucraina nella Nato sarebbe “imprudente” secondo Salvini. Il che, in un certo senso, fa anche riflettere, visto il ripiegamento dei partiti di destra su posizioni sostanzialmente “anti-Putin” negli ultimi giorni. Che il pericolo sia avvertito, insomma, quanto meno è da registrare. Intanto Vecchi, soddisfatto, chiude così: “Le ho chiesto proprio questo e vedo che siamo arrivati a una risposta”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta