Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 ott  – Oggi Alitalia dice ufficialmente addio ai cieli. L’ex compagnia di bandiera decolla per l’ultima volta oggi e cede il passo ad Ita.



Addio Alitalia, oggi l’ultimo volo della compagnia di bandiera

Alitalia dà l’addio ai cieli e agli aeroporti italiani ed internazionali dopo 75 anni di storia. L’ultimo volo che decollerà oggi segnerà la fine dell’aviolinea di bandiera italiana. L’accordo raggiunto con l’Ue per l’avvio della nuova società Ita ha di fatto cestinato la vecchia compagnia. Alitalia, o almeno il suo marchio, potrebbe sopravvivere grazie Ita, ma bisognerà vedere se  la compagnia riuscirà ad aggiudicarsi la gara. Secondo Ansa, su questo fronte vi sarebbero progressi per cercare di evitare il fallimento, l’ipotesi peggiore, che non è ancora scongiurato.

Leggi anche: Alitalia deve morire: così ha deciso (ancora) Bruxelles

L’ultimo volo e cala il sipario

Alitalia sarà oggi saluta tutti a tarda sera, con l’ultimo volo della giornata, l’AZ1586 Cagliari-Roma, che partirà alle 22.05 dal capoluogo sardo per atterrare a Fiumicino alle 23.10. A trasportare gli ultimi passeggeri con un biglietto Alitalia sarà un Airbus 320 (proveniente da AirOne), intitolato a Primo Levi, che volerà pieno con tutti i suoi 180 sedili occupati. Ai comandi ci sarà Andrea Gioia, 55 anni, 15mila ore di volo, formatosi alla scuola di volo di Alitalia. Dopo 560 chilometri (303 miglia) e poco più di un’ora di viaggio, finirà tutto. A collegare la Sardegna all’Italia d’ora in poi ci sarà la low cost spagnola Volotea, che ha ha avuto la meglio su Ita. Con l’ultimo volo, si chiude anche il programma di riallineamento della compagnia, che consegnerà ad Ita una flotta tutta basata su Roma e Linate.

Ilaria Paoletti



La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta