Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 feb – L’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini non può essere accusato di sequestro di persona. Parola dell’ammiraglio Nicola De Felice che in un video spiega perché il leader della Lega rischia di essere mandato a processo – oggi infatti si voterà per l’autorizzazione a procedere in Senato – per un reato di cui in realtà non è imputabile. “La decisione del Tribunale dei ministri di Catania di indagare il senatore Salvini è in netto contrasto con le sentenze della Corte europea dei diritti dell’uomo – spiega De Felice – che hanno sempre riconosciuto agli Stati costieri come l’Italia il diritto di non far sbarcare clandestini salvo casi di reale emergenza o eccezionalità”.

“Decisione del Tribunale dei ministri è un attacco politico”

Peraltro, spiega l’ammiraglio, la decisione dei magistrati di Catania è un “attacco politico”, “perché non tiene minimamente conto del fatto che l’allora ministro dell’Interno ha agito in difesa della sovranità italiana e delle sue acque territoriali, in ossequio alla Legge del mare delle Nazioni Uniti e al codice della navigazione”. In realtà, sottolinea De Felice, in quel momento Salvini “stava tutelando gli interessi nazionali, definiti da una autorità politica, democraticamente eletta dal popolo sovrano ai sensi dell’articolo 1 della Costituzione”.

“Per Corte Ue e Procura di Catania nessun reato”

Inoltre “il Tribunale dei ministri – fa presente l’ammiraglio – non tiene minimamente conto delle decisioni della Procura etnea e del pm Carmelo Zuccaro, che ne ha chiesto l’archiviazione. Per Zuccaro non sussistono i presupposti del reato di sequestro di persona né di qualsiasi altro reato“. In sostanza, conclude De Felice, “la Procura di Catania e la Corte europea dei diritti dell’uomo non ritengono che sia un reato l’aver trattenuto a bordo della Gregoretti i clandestini per tre giorni in più rispetto all’arrivo in porto, avendo garantito loro sia l’assistenza medica che i beni di prima necessità, nonché consentendo lo sbarco ai casi di urgenza e ai minorenni”.

Nessuna ambiguità, quindi: non ci sono i presupposti per quanto invece predisposto dal Tribunale dei ministri. Insomma, viene da pensare che i magistrati etnei abbiano indagato Salvini per fini politici.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. ..c’è un certo “de falchetto” che, in vista di una carriera politica nel pd, smentisce le affermazioni dell’Ammiraglio De Felice…si ricordi di tale soggetto, quando il “falchetto” rientrerà nei ranghi della Marina Militare..le latrine sono una sua buona, futura, destinazione..ma credo che stia lottando in tutti i modi per evitare un ritorno …

  2. Memore dell’articolo di Andrea Lombardi, dove si riportava la frase “Ce la faremo a svuotare un continente… serve solo un po’ di tempo ma lo svuotiamo”, additando precise responsabilità e cattive interpretazioni dei/nei propri ruoli sia di soggetti “privati” ma anche di personale “di Stato” che – evidentemente – ha travisato e deviato il proprio ruolo istituzionale, ecco che inizio a pensare ad una cosa … che se esiste veramente un fronte (occulto, ma poi neanche tanto) che si è posto come imperativo il compito di traghettare 2 miliardi di africani dritti dritti tutti nella penisola italica, allora forse sarebbe il caso di lasciarli venire … facciamoli pure venire e, quando il suolo sarà SATURO di codeste sgradite presenze, ecco che la rivolta partirà da loro stessi … si scanneranno tra di loro!
    Dai, come Popolo Italiano siamo veramente all’assurdo: stiamo toccando il fondo e già c’è subito il pirla chi vuol scavare ancora.
    Capisco gli interessi economici, di una sponda e dell’altra, capisco piccole e grandi Lobby che si arricchiscono con i contributi UE, posso capire anche gli incarichi politici che da queste ne derivano, ma quello che non riesco a mandar giù è l’inerzia del nostro popolo, la goffaggine, il continuare a far spallucce, nella eterna convinzione che “io speriamo che me la cavo” …
    Siamo di fronte alla cancellazione di un Popolo che si è costantemente evoluto per migliaia di anni, che ha prodotto/profuso ingegno ed intelletto, in tutte le forme pensabili e persino dando ispirazioni e iniezioni di genialità all’universo Mondo.
    Perchè buttare tutto al c@sso, così, in un attimo?

Commenta