moscheaBologna, 8 gen – Arrestato rumeno di 32 anni dagli agenti della Polizia ferroviaria e della Squadra Mobile di Bologna, dopo giorni di serrate e complesse indagini: è accusato di essere uno stupratore, dopo le due violenze sessuali compiute durante il mese di dicembre nelle stazioni di Bologna e Ferrara, con modalità particolarmente brutali.

Il giovane, Costantin Cristian Cunpasano, rumeno e senza fissa dimora in Italia, è finito in carcere con un’ordinanza di custodia cautelare chiesta dal Pm Claudio Santangelo e firmata dal Gip di Bologna Domenico Panza. Ad incastrarlo  sarebbero state le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza delle stazioni di Bologna e Ferrara. 

Il provvedimento, per violenza sessuale, lesioni personali e rapina, riguarda lo stupro di una giovane russa sui 25 anni, aggredita la sera del 10 dicembre fra i binari della stazione di Bologna. L’uomo è indagato anche per violenza sessuale e rapina ai danni di una ragazza di Ferrara, episodio avvenuto il 27 dicembre nello scalo ferroviario della città estense.

Renato Vinciguerra

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta