Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 gen – Una foto di gruppo in cui compaiono Greta Thunberg e altre tre giovani ambientaliste. Una foto come tante, senza nessun segno o messaggio particolare. Peccato che Associated Press, l’agenzia di stampa che ha diffuso sul web la foto in questione, scattata a Davos in occasione del World Economic Forum, abbia rimosso una quarta persona: l’attivista ugandese Vanessa Nakate. Fatta fuori così, senza alcun apparente motivo. Una scelta quantomeno discutibile denunciata dalla stessa 23enne ugandese in un tweet.

Denuncia e reazioni

Un’attivista africana deve stare in mezzo solo per paura di essere tagliato fuori? Non dovrebbe essere così!”, ha scritto Nakate pubblicando la foto originale assieme a quella tagliata. Sui social si ha scatenata subito una bufera e l’Associated Press è corsa a sostituire l’immagine con quella originale, provando a scusarsi così: “Siamo dispiaciuti di aver pubblicato una foto senza Vanessa, l’unica persona di colore nella foto. Come agenzia di stampa ci preoccupiamo di rappresentare accuratamente il mondo che raccontiamo”.

Tra le varie reazioni non è mancata quella di Greta Thunberg: “Mi dispiace tantissimo per quello che ti hanno fatto, non lo meriti. Siamo tutti molto grati per quello che stai facendo”. Inutile dire però che lo scivolone dell’Ap ha scatenato pure una serie di commenti  infuocati, con l’agenzia stampa accusata di razzismo da alcuni utenti. “I media tendono spesso a rappresentare il movimento ambientalista come qualcosa di esclusivamente occidentale, e a sottostimare il ruolo dell’attivismo delle persone di colore”, ha commentato l’attivista americana Xiye Bastida.

Eugenio Palazzini

4 Commenti

  1. E’ un modo per regalare notorietà.
    Se prima del taglio sarebbe passata quasi inosservata, dopo il taglio tutti l’hanno vista.

Commenta