Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 lug — Una polizza di un anno per coprire le spese di Covid se si passa alla banca Bper. La pubblicità è l’anima del commercio, dice un vecchio adagio. Nel caso che vi racconteremo lo è, invece, la paura del Covid: di ammalarsi, finire in intensiva con un tubo in gola per settimana, e infine di morire. Quella paura che sistematicamente e scientificamente i media, i virologi da salotto, i governi di tutto il mondo hanno instillato nelle masse, ora viene usata per vendere prodotti.



Una polizza Covid per attirare clienti

Così accade che la Bper Banca S.p.A., già conosciuta in passato come Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, cerca di accalappiarsi i clienti con una gustosa polizza che copre le spese di ricovero se ci si ammala gravemente di Covid-19. Solo di Covid, ovviamente, perché nella testa del terrestre medio, ora, si muore solo di quello.

«Per partire con il giusto passo abbiamo pensato di regalarti una “Copertura Covid”», annuncia allegramente Bper sul proprio sito. «Un’assicurazione di un anno che ti copre in caso di ricovero in terapia intensiva o sub-intensiva a seguito di contagio da Covid-19». La banca passa poi a descrivere la ghiotta offerta nei particolari. Con la suddetta polizza «Ti sarà riconosciuta una diaria forfettaria post-ricovero in Istituto di Cura a causa di infezione da COVID-19, pari a € 500,00 qualora tu sia stato ricoverato e dimesso da un reparto di terapia sub-intensiva. Pari a € 1.000,00 qualora tu sia stata ricoverato e dimesso da un reparto di terapia intensiva».

Persino i tamponi sono agevolati

Che geni del marketing sono alla Bper: fare leva sul terrore del Covid per convincere i potenziali clienti a passare alla loro banca. Addirittura il fortunato destinatario della polizza potrà «usufruire di prestazioni sanitarie a tariffe agevolate, quale ad esempio un test sierologico o un tampone per Covid-19». Mai più senza.

Cristina Gauri



La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta