Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 9 gen – Un pomeriggio Rai all’insegna dell’indottrinamento Lgbt: è successo ieri nel corso della trasmissione Oggi è un altro giorno condotta da Serena Bortone, dove era ospite in collegamento la regista teatrale e scrittrice Emma Dante. Lo riporta il sito VigilanzaTv.



Il pomeriggio Lgbt di casa Rai

Scopo dell’intervista era la promozione dell’ultimo libro della Dante, E vissero tutte felici e contente. Una rivisitazione in chiave femminista – tanto per essere originali – delle più famose e amate fiabe per bambini. I tempi sono cambiati, si sa: le fiabe di un tempo sono farcite di stereotipi sessisti, razzisti, omofobi e patriarcali. E’ giunta l’ora di talebanizzarle, declinandole secondo i paradigmi di MeToo, gender e i soliti deliri progressisti.

Le fiabe 2.0 di Emma Dante

Detto, fatto: la scrittrice, bene imboccata dalla Bortone e dall’ospite fisso Alessandro Cecchi Paone, ha parlato della versione 2.0 della Bella Addormentata. Sfrattato il principe azzurro dalla trama, al suo posto arriva un’altra principessa che risveglia Aurora con un bel bacio lesbo. E’ poi il turno di Pinocchio. Cecchi Paone obietta: «Pinocchio è maschio, come mai si è occupata di una favola con un uomo?». Uomo di poca fede, «Pinocchio è ermafrodita», ribatte prontamente la Dante. E lei come fa a saperlo?, ci verrebbe da chiedere? Sta per caso presupponendo il genere di Pinocchio? E se Pinocchio fosse donna? Se si identificasse in una giraffa?

Black Brain

La Rai non è nuova alla propaganda Lgbt

Non è la prima sortita Rai in ambito Lgbt e dintorni, sicuramente non sarà nemmeno l’ultima. Circa 2 anni fa aveva suscitato enormi polemiche la partecipazione di Vladimir Luxuria alla trasmissione su RaiTre Alla lavagna. Davanti a una classe di alunni delle elementari l’ex parlamentare e attivista Lgbt aveva parlato liberamente di omosessualità e transessualità arrivando a narrare l’improponibile fiaba di un «uccello dalle piume colorate chiuso in una gabbia», e della bambina che rischiò la prigione per liberarlo.

Cristina Gauri

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. La DOMANDA è ,
    emma , ma che t’ ha fatto TUO PADRE ???
    A parte farti nascere CESSO e darti un nome “fuori moda” ???

    Io non ho avuto un’ infanzia felice , non ho avuto una famiglia “mulino bianco” …. QUINDI ???
    Non sono buoni motivi per diventare “ANORMALE” !!!!!

    Eppoi , INVENTARE “storie” TUE invece di STORPIARE quelle degli altri ??? TROPPO DIFFICILE vero ????

    Scommetto che COPIAVI anche a SQUOLA …..

    Le favole sono belle perchè IMMUTABILI , e servono a far accettare il MALE ai bambini , “e vissero tutti …” è la versione ANTICA di
    “andrà tutto bene!” , BALLE !!!!

    FEDRO infatti non chiudeva così le sue ….

    Cazzo , mò emma scriverà la LUPA e l AGNELLA , con la Lupa che si TROMBA l’ AgnellA !!!!! Puah ! Che SCHIFO ….

  2. meno male che c’è internet.

    il solo pensiero di essere costretto (come quando ero bambino)
    a guardare quello che ALTRI mettono nel palinsesto..
    SCHIFEZZE COME QUESTE INCLUSE,
    mi fa vomitare ad un punto tale che potrei spegnere qualche incendio,
    con i conati.

    ANCHE per questo,la televisione sparirà entro breve tempo:
    perderanno TUTTI gli utenti,man mano che muoiono gli anziani…
    perchè tutti quelli come me,una volta che li disgusti non li recuperi più.

  3. Già Disney storpiò copiando, le favole Grimm… Adesso pure sta (auto-censura) ci si mette.
    Poveri fratelli, le loro ceneri si staranno rivoltando nella tomba!

    Sono mesi che non guardo più la TV, rai da più di un anno, eppure mi tocca pagare il canone per far vedere agli altri fazio, litizzetto, trasmissioni di parte (sinistra ovviamente), accoglioni, ed ora pure storie lesbo-trans…. I mussulCani che dicono? Non si offendono??

  4. […] La bella addormentata è lesbica, Pinocchio ermafrodita: la Rai ostaggio del pensiero Lgbt Una Rai sempre più Lgbt: ospite dalla Bortone la scritttrice femminista Emma Dante parla di fiabe gender per bambini. Il Primato Nazionale https://www.ilprimatonazionale.it Se questo post ti è utile, regalami un like e mi farai felice! Ti è piaciuto il post? Usa qualche secondo per supportare Tiziano Solignani su Patreon! […]

  5. […] Ciò che non scriveva la coppia lesbica, appunto, è che l’Indonesia è il più grande Paese al mondo a maggioranza musulmana. La Gray ha anche attirato critiche per aver parlato dello “stile di vita elevato” e della sua “casa sull’albero” da  400 dollari al mese che è certamente meno costosa di alcune proprietà di Los Angeles, ma più del salario minimo provinciale mensile a Bali, di soli 177 dollari al mese. Proprio a cheap (lgbt) holiday in other people’s misery, per citare i Sex Pistols. Loading… […]

Commenta