Roma, 10 lug – Si sa, ai buoni è concesso tutto. Così capita che Roberto Burioni in un botta e risposta su Twitter con il deputato della Lega, Alex Bazzaro, finisca per insultare e mettere alla berlina per il suo aspetto fisico una giovane ragazza che era intervenuta proprio in sostegno di Bazzaro.

Tutta colpa di un tweet

Il tutto ha inizio con un tweet del deputato leghista Bazzaro che commenta l’ipotesi di un ritorno delle mascherine per scongiurare un eventuale lockdown: “Il cencio non serve a nulla e i lockdown non cadono dal cielo. Li impone qualcuno”. Burioni si deve essere sentito particolarmente punto sul vivo, tanto da riprendere il tweet incriminato e chiedersi, dopo una sequela di epiteti poco edificanti del tenore di “irresponsabile ignorante olimpionico”, come possa Bazzaro “militare nello stesso partito di persone per bene come (per citarne due, ma sono di più) Zaia e Fedriga”.

È a questo punto che interviene una giovane ragazza la quale si dice invece “orgogliosa che nella Lega ci siano persone come Alex Bazzaro”. Un attestato di stima che evidentemente Burioni non ha digerito, tanto da rispondere con un sibillino “capisco” postando la foto di profilo della ragazza per evidenziarne i difetti e i problemi fisici, così da sottintendere un’aria poco intelligente.

L’insostenibile ipocrisia di Burioni

Probabilmente non fa nemmeno più notizia l’arroganza e la brutalità con cui Burioni interviene nel dibattito pubblico. Il capofila dei virologi da salotto televisivo non è nuovo a sparate di questo genere, come quando arrivò a paragonare i non vaccinati a dei sorci o a degli stupratori.

Se a fare quello che ha fatto Burioni fosse stato qualcun altro, qualcuno che non sia un portabandiera del politicamente corretto come lui, siamo sicuri che ci sarebbero ben altre reazioni. Ma Burioni è un alfiere del pensiero unico e può dire e fare quello che vuole, perfino comportarsi sui social come un bullo, insultare una ragazza, e fare body shaming. Nessuno gliene chiederà conto, nessuno pretenderà le sue scuse.

Michele Iozzino

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta