Roma, 1 giu – Massimo Cacciari, infuriato, le suona a Gad Lerner. Ospite di Bianca Berlinguer durante il talk show Cartabianca, su Rai 3, il professore si scaglia contro l’idea di attuare un’economia di guerra per l’Italia. “Sono sacrifici idioti, ma quale economia di guerra, siamo governati da un branco di incapaci. Negli Stati Uniti c’è l’economia di guerra? Gli Stati Uniti ci stanno guadagnando (dalle sanzioni alla Russia, ndr), in Europa molti neanche se ne accorgono e noi invece facciamo l’economia di guerra”, tuona Cacciari.

Cacciari vs Gad Lerner: “Siamo i primi della classe ad autosanzionarci”

“Noi, gli italiani, quelli che stanno peggio, quelli che hanno il debito più grande, quelli che hanno più disoccupazione, quelli che hanno i redditi più bassi… facciamo anche l’economia di guerra. Ancora non ci siamo, ma continuando con queste sanzioni idiote ci andiamo a novembre”, fa presente il filosofo

Cacciari fa poi presente le contraddizioni dell’Unione europea, che non riesce a proporre concretamente nulla di efficace per riaprire i negoziati e procede a suon di sanzioni autolesionistiche. “I nodi vengono al pettine. L’Europa non trova una linea unitaria, sulle sanzioni ognuno va per conto proprio”, precisa il professore. Al sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia, nel tentativo chimerico di persuaderla a trattare con l’Ucraina, non ci rendiamo conto che queste misure colpiscono sì Mosca, ma anche e soprattutto l’Europa ancora non indipendente in ambito energetico. “Adesso inventano una trattativa con Putin per ridurre il costo del gas. Che senso ha, al fine di vincere la guerra, rendere pressoché impossibili le esportazioni di prodotti in Russia? Siamo i primi della classe nell’autosanzionarci”, dice il professore criticando aspramente le scelte del governo Draghi e dell’Ue.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta