Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 set – Insieme al collega Giorgio Agamben, Massimo Cacciari è uno di quei (pochi) filosofi che più hanno criticato non solo il green pass, ma anche e soprattutto il clima emergenziale instaurato dal governo. L’ex sindaco di Venezia, infatti, non ha avuto remore a definire il certificato verde una forma di discriminazione e a denunciare la «deriva autoritaria» oggi in atto. Sugli stessi temi Cacciari è tornato anche ieri sera, durante la puntata di Cartabianca su Rai3, andando allo scontro frontale con un grande fan delle misure governative: Gad Lerner.



Il filosofo dissidente

Se Paolo Mieli, altro ospite della serata, e Gad Lerner appoggiano incondizionatamente la vulgata oggi dominante, Cacciari la vede in tutt’altra maniera: «Qui c’è una decisione di proseguire ad libitum con l’emergenza, perché è una situazione drammatica e difficilissima in cui le forze politiche sono impotenti», sbotta il filosofo, rompendo l’equilibrio della discussione. «Se non avete nessuna sensibilità per le questioni di ordine costituzionale, benissimo. Come si fa a non capire che l’emergenza Covid sta accelerando questa deriva, con un accentramento del processo decisionale, lo svuotamento del Parlamento, la fine della democrazia rappresentativa».

Black Brain

Cacciari contro Lerner

Lerner, però, prova a controbattere: «Sì ma qui c’è o non c’è un’emergenza?». Cacciari è lapidario: «L’emergenza c’era, ma ora non c’è più». Allora Lerner gioca la carta Israele: «Un Paese con molti vaccinati ha un tasso di positività alto per la variante Delta». Ma il filosofo vuole andare allo scontro frontale: «Vuol dire che i vaccini sono precari! Ma non mi va di discutere di vaccini. Leggi cosa dice l’Oms, che sconsiglia di vaccinare i più giovani perché i vaccini non sono abbastanza sicuri». Il battibecco tra Lerner e Cacciari prosegue, senza che si riesca a trovare un punto d’incontro, costringendo Bianca Berlinguer a riprendere le redini della discussione.

Il video

Vittoria Fiore

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. G.Lerner sta regredendo anticipatamente verso le origini, il vermetto frustrato di Lambrate – Mi. Sta nelle origini la vera differenza tra lui e M. Cacciari.

  2. da; science.org;
    “….As of 15 August, 514 Israelis were hospitalized with severe or critical COVID-19, a 31% increase from just 4 days earlier. Of the 514, 59% were fully vaccinated. Of the vaccinated, 87% were 60 or older.”
    In Israele dove hanno fatto fare a molti da cavie a queste terapie geniche, ben il 59% degli ospedalizzati in 4 giorni erano soggetti vaccinati e dei vaccinati l’87% aveva piu’ di 60 anni, alla faccia di chi dice che gli anziani vengono protetti con la terapia genica che ti immette la proteina spike che sembra essere quella patogenica del covid.

Commenta