Il Primato Nazionale mensile in edicola

Working, 5 ott – Un travestito è stato ritenuto colpevole di aver ucciso sua madre di 86 anni pugnalandola al cuore con una spada e poi decapitandola. Philip Tarver, 47 anni, di Woking nel Surrey, è stato ritenuto colpevole all’Old Bailey dell’omicidio di sua madre Angela Tarver. È stato anche ritenuto colpevole di aver minacciato di uccidere suo padre Colin Tarver, 84 anni.

L’assassinio e il corpo fatto a pezzi

Secondo il Daily Mail l’assassino, che non si era mai trasferito dalla casa di famiglia e riceveva ancora la paghetta, ha decapitato sua madre, poi le ha tagliato un dito e l’ha messo nel bollitore il 19 dicembre scorso. Quando la polizia è arrivata, è scappato dalla casa di famiglia, ma poi si è arreso. Inizialmente ha confessato, ma poi ha cercato di incolpare suo padre. L’uomo ha ascoltato le accuse di suo figlio in tribunale, con la testa tra le mani.

Non è incapace di intendere e volere

Tarver aveva in passato fatto consumo di cocaina e cannabis, ma i test psichiatrici hanno rivelato che era responsabile delle sue azioni. Ha negato di aver ucciso la madre, ma è stato condannato all’unanimità per omicidio dalla giuria dopo 12 ore e 43 minuti di seduta. L’uomo si definiva un qualificato riparatore di orologi e aveva anche lavorato come fattorino. Recentemente si era concentrato sulla scrittura di canzoni, senza successo.

La donna uccisa con una spada

Prima di uccidere la madre ha bevuto una bottiglia di vodka e sei birre e il mattino seguente è sceso dalle scale indossando una camicia da notte da donna. Il padre ha sentito un urlo provenire dalla cucina dove sua moglie stava bevendo una tazza di tè. “Ha sentito un urlo breve e acuto ed sono corso” ha detto il pubblico ministero Alexandra Healy. “Ha visto che la sedia su cui era seduta Angela era rovesciata. Vedeva i piedi di sua moglie appoggiati su quella sedia rovesciata e non si muovevano. Capiva che era sdraiata sulla schiena. Improvvisamente, l’imputato è apparso di fronte a lui con in mano una spada ornamentale che aveva posseduto per qualche tempo“.

Il tentativo di uccidere l’anziano padre

L’assassino, che indossava una vestaglia trasparente al momento dell’omicidio, ha tagliato il dito su cui sua madre indossava i suoi anelli di matrimonio e quello che le era stato regalato alla sua nascita, e li ha messo nel bollitore, affermano i pubblici ministeri. Poi si è rivoltato contro suo padre Colin Tarver con uno “sguardo folle” negli occhi e ha minacciato di ucciderlo, ma il pensionato è riuscito a strappare l’arma a suo figlio e chiamare la polizia.

Una sessualità “turbata”

La signora Tarver aveva inoltre avuto un ictus nel 1991 che l’aveva messa in seria difficoltà sia a parlare che a muoversi. L’assassino ha detto ai suoi legali dopo il suo arresto che aveva lottato con la sua sessualità da quando aveva cinque anni e si era sempre vestito con abiti femminili. A quanto pare, questa è una delle micce che ha fatto scattare Tarver, il quale ha detto di aver salutato suo padre indossando la vestaglia trasparente la mattina presto, e il padre aveva commentato: “Oh no, sei vestito di nuovo così”.

Ilaria Paoletti

1 commento

  1. Leggetevi le cronache di questi ultimi anni quanti omicidi tra froci che ci sono stati. Qualcuno ancora insiste che non e’ malattia psichiatrica .

Commenta