Trieste, 18 ott — Idranti, manganellate e decine di lacrimogeni per sciogliere il presidio al varco IV del porto di Trieste e disperdere i manifestanti no green pass. Sono proseguite per tutta la mattinata le cariche della polizia che hanno costretto i portuali e i loro sostenitori a riparare in via Campi Elisi, dove sorge la scuola media che prende il nome della strada. Lì la situazione si è fatta infuocata. Le forze dell’ordine in assetto anti sommossa hanno esploso alcuni lacrimogeni all’interno dell’istituto dove sono in corso le operazioni di voto al seggio.



Aldo Milesi

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta