Trieste, 18 ott — Idranti, manganellate e decine di lacrimogeni per sciogliere il presidio al varco IV del porto di Trieste e disperdere i manifestanti no green pass. Sono proseguite per tutta la mattinata le cariche della polizia che hanno costretto i portuali e i loro sostenitori a riparare in via Campi Elisi, dove sorge la scuola media che prende il nome della strada. Lì la situazione si è fatta infuocata. Le forze dell’ordine in assetto anti sommossa hanno esploso alcuni lacrimogeni all’interno dell’istituto dove sono in corso le operazioni di voto al seggio.

Aldo Milesi

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta