Como, 10 ott – Ennesimo, terribile episodio di violenza sessuale che ha avuto come protagonisti degli immigrati di origine nigeriana. L’efferatezza del gesto è ingigantita dall’età della vittima, una ragazzina di tredici anni, loro connazionale.


La vicenda

E’ successo pochi giorni fa a Como, ma i media ne hanno dato notizia solo ieri sera. La giovane, che aveva appena accompagnato a casa un’amica, è stata approcciata da uno dei suoi aggressori – un vicino di casa – con una scusa. L’uomo, un ventenne, l’ha attirata nella sua trappola: le ha strappato il cellulare di mano ed è corso via, facendosi rincorrere da lei. A questo punto lui l’ha afferrata per un braccio e trascinata nella propria abitazione, dove è stato raggiunto da un coetaneo ed entrambi hanno abusato sessualmente della 13enne fino all’alba. Soltanto alle 6 del mattino i due nigeriani, regolari in Italia, si sarebbero addormentanti, consentendo così alla ragazzina di recuperare il proprio cellulare e scappare via. A casa la vittima ha trovato i genitori in lacrime. Disperati per il mancato rientro della figlia, avevano già allertato i carabinieri di Cantù.

I giorni seguenti

La giovanissima, che al momento era in stato di shock, non è riuscita a confidarsi con mamma e papà. Solo la solidarietà delle compagne di classe, a cui aveva raccontato di quelle terribili ore una volta ritornata a scuola, le ha dato il coraggio per aprirsi con i propri famigliari. La madre, fuori di sé dal dolore e dalla rabbia, si è scapicollata a casa dello stupratore: ne è nata una colluttazione, sedata dall’intervento degli agenti di polizia. L’apertura di una indagine-lampo ha portato quasi subito al fermo dei due ventenni. nel frattempo la polizie Scientifica ha sequestro lenzuola e vestiti ritrovati nell’appartamento. Ora i due violentatori sono in carcere con l’accusa di atti sessuali con minore.

Cristina Gauri

3 Commenti

  1. Nessuno riesce a capire che oltre alle coperte e al cibo gli immigrati come tutti gli esseri umani hanno bisogno anche di tanto amore.Le esigenze fisiche dello schizzo .

Commenta