Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 7 lug – Netto calo dei contagi in Italia. Oggi i nuovi positivi rilevati sono stati infatti 138, mentre ieri erano stati 208. Numeri, quelli odierni, decisamente confortanti grazie anche alla metà dei casi registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia rispetto a ieri. Nella regione italiana maggiormente colpita dal coronavirus i nuovi positivi sono 53, ieri erano stati 111. Va detto comunque che oggi in Lombardia sono stati effettuati meno tamponi. Viceversa però a livello nazione sono stati fatti molti più tamponi di ieri, quasi il doppio: 43.219 oggi a fronte dei 22.166 di ieri. La notizia negativa riguarda invece le vittime. Nelle ultime 24 ore i decessi confermati sono stati 30, ieri erano stati 8. In totale in Italia sono morte dall’inizio dell’epidemia 34.899 persone.

In terapia intensiva 70 persone

Aumentano ancora i guariti, oggi molti di più rispetto a ieri: 574 (ieri soltanto 133). In totale dopo aver contratto il coronavirus in Italia sono guarite 192.815 persone. In calo anche i malati, ovvero gli attualmente positivi: 467 in meno rispetto alla giornata di ieri. Attualmente in Italia ci sono 14.242 persone positive.

In calo anche le persone ricoverate in ospedale. Con sintomi sono ricoverati 940 pazienti (-6 rispetto a ieri), mentre in terapia intensiva si trovano 70 persone in totale (-2 rispetto a ieri). In isolamento domiciliare ci sono invece 13.232 persone. In 14 regioni italiane non ci sono persone ricoverate in terapia intensiva e soltanto in 3 regioni ce ne sono più di 10: in Lombardia (36), nel Lazio (13) e in Emilia Romagna (10).

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Ancora tanti italiani sono convinti che c’è in giro un rischio mortale quando è stato un normalissimo virus influenzale stagionale che ha colpito anziani già malati nel 96% dei casi.Alle elites questa dittatura sanitaria,fatta con molte morti falsamente attribuite al virus e con test nella metà dei casi falsi positivi, è servita per incarcerarci, indebitarci al fine di schiavizzarci e comperare il paese a 2 lire.E tanti italiani che si nascondono terrorizzati dietro ad una mascherina impauriti dei loro connazionali, sono convinti che chi non la mette è un egoista(un mese fà era l’ 80% che la pensava cosi).Il popolo italiano, di cui avevo grande stima,è oramai ridotto ad una larva di quello che era e quasi totalmente assoggettato a poteri occulti mondialisti e immigrazionisti che vogliono la fine della nostra identità