Il Primato Nazionale mensile in edicola

Venezia, 26 mar – Luca Zaia, governatore del Veneto rilancia una proposta destinata a far discutere: “Facciamo come la Corea del Sud, sospendiamo le norme sulla privacy“.

Zaia: “Lasciamo i sistemi sanitari liberi”

Zaia è governatore di una delle regioni italiane (insieme a Lombardia e Emilia Romagna) più colpite dall‘epidemia di coronavirus e pensa che debbano essere adottate delle misure ancor più drastiche oltre alla limitazione degli spostamenti: “In questo Paese sono convinto che in questo momento bisognerebbe sospendere le norme sulla privacy e lasciare ai sistemi sanitari di essere un po’ più liberi”. E Zaia a quanto pare avrebbe già anche un’idea su chi potrebbe occuparsi del lato tecnico della questione: “Sulla tracciabilità abbiamo disponibilità anche da Israele per la verifica degli spostamenti con sistemi intelligenti. Il sistema migliore è puntare sul senso civico”.

I commenti sui contagi

Parlando ai cronisti, il governatore del Veneto commenta i numeri dei contagi veneti: “Abbiamo avuto un calo da 4.200 a poco più di un migliaio al giorno, i cittadini hanno capito che bisogna andare solo in caso di assoluta necessità”. “Siamo riusciti a frenare la curva dei contagi” aggiunge Zaia “ma purtroppo abbiamo i morti. L’isolamento di 17mila persone dà la misura del grande lavoro che stiamo facendo, l’effetto-tamponi”.

“Fate la spesa una volta alla settimana”

Il governatore veneto ha inoltre invitato i suoi concittadini a “fare la spesa una volta a settimana, comperare una carota ogni giorno non può essere una scusa per fare una passeggiata”. E una minaccia da parte di Zaia: “Non costringetemi a fare ordinanze cattive sul fronte degli acquisti“.

Ilaria Paoletti

1 commento

  1. Io propongo di sospendere le norme sulla privacy a tutti i politici in favore dei cittadini che lo desiderano.

Commenta