Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 lug – Negli ultimi cinque giorni, con i contagi tornati leggermente a salire in Italia, è scattato un evitabile allarmismo. Evitabile perché con tutta evidenza, almeno al momento, non c’è nessuna impennata della curva epidemica. Certo, questo non significa che il coronavirus è sparito e che non esistano più rischi, ma pur dovendo mantenere “la guardia alta” è altrettanto evidente che qualcuno manchi di obiettività.

Oggi, difatti, i nuovi positivi sono 192. Ieri erano stati 235. Come al solito dobbiamo analizzare questi dati considerando il rapporto tra tamponi effettuati e casi individuati. Nelle ultime 24 ore sono stati fatti 37.462 tamponi effettuati, ieri ne erano stati fatti di più: 52.011. In ogni caso oggi non si è verificato un incremento significativo, non a tal punto da preoccupare troppo. La gran parte dei nuovi contagi, anche oggi, è stata rilevata nella regione italiana maggiormente colpita dal coronavirus: 98 casi in Lombardia, il 51,04% del totale.

Oggi 7 vittime in Italia

In netto calo anche le vittime in Italia: oggi 7 (6 in Lombardia e 1 in Emilia Romagna), ieri i decessi erano stati 21. In totale in Italia sono morte, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, 34.861 persone. I malati, ovvero gli attualmente positivi, sono oggi 14.642. Di questi: 13.632 si trovano in isolamento domiciliare, 945 sono ricoverati in ospedale con sintomi e 74 sono in terapia intensiva. I guariti di oggi sono 164. Dall’inizio dell’epidemia, dopo aver contratto il coronavirus, in Italia sono guarite 192.108 persone. L’unica nota negativa di oggi è il leggero aumento dei pazienti ricoverati rispetto a ieri: +5 in ospedale con sintomi e +3 in terapia intensiva.

Di seguito la tabella del Ministero della Salute con tutti i dati di oggi

Alessandro Della Guglia

3 Commenti

  1. Ancora tanti italiani sono convinti che c’è in giro un rischio mortale quando è stato un normalissimo virus influenzale stagionale che ha colpito anziani già malati nel 96% dei casi.Alle elites questa dittatura sanitaria,fatta con molte morti falsamente attribuite al virus e con test nella metà dei casi falsi positivi, è servita per incarcerarci, indebitarci al fine di schiavizzarci e comperare il paese a 2 lire.E tanti italiani che si nascondono terrorizzati dietro ad una mascherina impauriti dei loro connazionali, sono convinti che chi non la mette è un egoista(un mese fà era l’ 80% che la pensava cosi).Il popolo italiano, di cui avevo grande stima,è oramai ridotto ad una larva di quello che era e quasi totalmente assoggettato a poteri occulti mondialisti e immigrazionisti che vogliono la fine della nostra identità