Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 mag – A Roma il coronavirus è prossimo alla scomparsa. Nel Lazio “oggi registriamo un dato di 6 casi positivi nelle ultime 24 ore: si tratta del dato più basso da inizio emergenza e continuano a crescere i guariti che sono stati 107 nelle ultime 24 ore. A Roma città si registra il dato più basso da inizio emergenza con due nuovi casi e di questi una è una donna residente a Milano”. A dare l’annuncio l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che spiega: “L’esigenza è quella di continuare a difendere Roma. Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell’ordine. Prosegue l’attività ai drive-in per i tamponi ed è stato potenziato il ‘contact tracing’ con una riunione operativa ogni giorno con le Asl sui tracciamenti”.

“Nelle ultime 24 ore 7 decessi, i guariti totali sono 3.932”

Nel dettaglio, prosegue l’assessore, “i decessi sono stati 7 nelle ultime 24 ore mentre il numero complessivo dei guariti è di 3.932 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati circa 254mila”. Dei casi finora confermati nel Lazio, l’11% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 30% è in isolamento domiciliare e meno dell’1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 50%. Il 28% dei casi confermati era asintomatico. L’età mediana dei casi positivi è 57 anni. Il 47% sono di sesso maschile e il 53% di sesso femminile. I casi positivi sono così distribuiti: il 39,9% è residente a Roma città, il 32,6% nella provincia, l’8,6% a Frosinone, il 5,2% a Rieti, il 6% a Viterbo e il 7,7% a Latina.

Spallanzani: “A tutt’oggi 30 positivi ricoverati”

“In questo momento sono ricoverati presso il nostro Istituto 78 pazienti, di cui 30 positivi al Covid-19 e 48 sottoposti a indagini“, si legge nel bollettino medico diramato oggi dallo Spallanzani di Roma. L’ospedale romano precisa che “8 pazienti necessitano di supporto respiratorio”.  “I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 460”.

Adolfo Spezzaferro

2 Commenti

  1. Oramai il virus normalissimo con cui ci hanno incarcerato e indebitato è andato via, come tutti i virus invernali.Eppure oggi a Roma hanno multato 70 persone che manifestavano pacificamente a dimostrazione che il virus è unicamente uno strumento di potere e di controllo sociale.
    E’ di ieri questa notizia su maurizioblondet.it:

    MEDICI CHE LOTTANO PER LA (NOSTRA) LIBERAZIONE
    Maurizio Blondet 29 Maggio 2020
    Covid, un gruppo di medici al governo: “Revocare i provvedimenti prudenziali, mancano i presupposti di fatto”
    Gli esperti hanno inviato unʼistanza in autotutela in cui chiedono contezza delle delibere alla luce delle evidenze sullʼepidemia che si è rivelata “una forma influenzale non più grave di altri coronavirus”