Genova, 2 mar – Se non ci fosse da piangere ci sarebbe in realtà molto da ridere: una donna genovese di 59 anni è stata denunciata dalla polizia locale del capolouogo ligure per essere passata col rosso ed essersi inventata un “attaccco” di coronavirus per evitare la sanzione. Una trovata così assurda che sembra essere uscita dall’inventiva del suo conterraneo Paolo Villaggio, il creatore di “Fantozzi”.



Patente scaduta e multa

Ieri pomeriggio in corso Quadrio, sul lungomare genovese, la polizia locale ha fermato una donna di 59 anni a bordo del suo veicolo, dopo che era passata col rosso al semaforo. La signora prima ha mostrato agli agenti della polizia locale una patente scaduta, poi ha sostenuto con loro di averne una valida, ma di averla lasciata a casa. Gli agenti non si sono lasciati scoraggiare e hanno scortato la donna presso la sua abitazione dove, però, questa patente era irreperibile.

Un “attacco” di coronavirus

Proprio nella sua abitazione la donna ha iniziato a fingere di avere la febbre, mal di testa e malanni vari, sostenendo di aver contratto il coronavirus. A questo punto i poliziotti non hanno avuto scelta e, indossate le mascherine protettive, hanno chiamato il 118. La donna è stata presa in carico dal personale medico che, però, ha accertato che non solo la signora non aveva assolutamente il coronavirus, ma che non aveva nemmeno una semplice febbre. E così scattata così la denuncia per l’automobilista pié veloce, le accuse sono di  procurato allarme, sostituzione di persona e guida senza patente. Nel frattempo, in Liguria c’è davvero un nuovo caso di coronavirus; si tratta di una donna lombarda di 47 anni affetta da coronavirus, oggi ricoverata nel reparto Malattie Infettive dell’ospedale Borea di Sanremo. I suoi parenti si trovano in quarantena a San Lorenzo a Mare.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta