Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 feb – Vladimir Luxuria si dice preoccupata perché le emergenze economica e sanitaria «sacrificheranno» il disegno di legge Zan-Scalfarotto sull’omotransfobia – evidentemente al primo posto nella lista di priorità nazionali dell’ex parlamentare.



Vladimir Luxuria e il suo disinteresse per i problemi degli italiani

Mentre sono ancora in corso le consultazioni del Presidente incaricato Mario Draghi e si consumano le ultime polemiche sul lascito di Conte nella oggettivamente disastrosa gestione della pandemia, e della connessa crisi economica, il mondo Lgbt ci tiene a precisare il suo assoluto disinteresse per i reali problemi degli italiani. Infatti, su Twitter,  l’ex parlamentare e paladina-militante per i diritti Lgbt scrive: «con Draghi che destino avrà la legge contro la omobitransfobia? Il Professor Draghi non si è mai espresso su queste tematiche. Temo che l’emergenza economica e sanitaria (unita alla ricerca di sostegno tra i partiti più vari) sacrificherà un disegno di legge importante». Segue faccina triste.

Frasi così clamorose da fare fatica persino a commentarle. Tanto per cominciare, che Draghi non si sia mai espresso sul tema, come peraltro milioni di altri individui, appare piuttosto normale. Considerando che è stato da sempre un economista e un banchiere, e non un attivista Lgbt come Vladimir Luxuria.

La crisi, un fastidioso intralcio sul cammino della legge Zan

Ma il capolavoro è nell’inciso su crisi economica e sanitaria. E’ evidente che Vladimir Luxuria rubrica due fattori drammatici ed epocali (la crisi economica e quella sanitaria) a fastidioso intralcio sul cammino della legge contro l’omofobia. Con buona pace per imprese che chiudono e per i ristoratori e gli esercenti stremati. Per non parlare del sistema sanitario al collasso il cui dissesto per fare molte più vittime di quelle che potrà mietere nel futuro il coronavirus stesso.

Probabilmente gli stessi omosessuali, i quali hanno posti di lavoro e si ammalano come noi comuni mortali, sono maggiormente interessati in questo frangente a conoscere quali provvedimenti verranno adottati per fronteggiare l’implosione del sistema economico e lavorativo del Paese. All’orizzonte – magari ricordiamolo a Vladimir Luxuria – si stagliano la fine del blocco dei licenziamenti, – e sappiamo tutti cosa questo comporti – la necessità di reperire fondi di assistenza sociale, la non facile gestione dei 209 miliardi del Recovery Fund, e la necessità di potenziare il sistema sanitario. Ci scusi Luxuria se preferiamo pensare a tutto questo, ora.

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Come si fa a parlare al femminile di un alieno che somiglia a tutto tranne che ad una donna e che ha sempre avuto un sarchiapone nelle mutande? La dittatura del p.c. vedo che pure qui miete vittime.

  2. Cara Cristina , che le varie Barbaradurso che :
    > i gay sono NORMALI ! …. basta non siano figli suoi ….<
    e gli ALTRI IPOCRITI del Politicamente Corretto , parlino del "coso" al femminile …..
    ma TU !

    Una citazione COLTA …. "Hai il cazzo sei un uomo ! hai il cazzo sei un uomo ! Hai il cazzo sei
    un uomo !" (Sgarbi)

    Poi , il "coso" , ha scelto come nome VLADIMIR …. poco importa sia CASTRATO o meno ….
    Alcuni nomi cambiano genere a seconda della lingua , per esempio ANDREA .

    Vladimir , NO , essendo io di DX e quindi , sapendo di non sapere ,
    ( al contrario dei SAPIENTONI SINISTRATI tipo U.Eco ….. il re delle UR-Cazzate )
    ho chiesto a mia moglie ; Prof di lingue e laureata in Russo . Vladimir è SOLO maschile e NON esiste corrispettivo femminile .
    L' attuale CZAR si chiama Vladimir e di femminile ….. NON ha nulla .

    MARIA si dice preoccupatA
    MARIO si dice preoccupatO

    Eventualmente Il "coso" si CAMBI NOME !!!!!

    • andrebbero rinchiusi questi esseri pericolosi, guardate quanti omicidi tra frocioni omosex ogni anno!!!! qualche cosa non funziona nella mente di questi psicopatici froci.

  3. Purtroppo e’ una malattia psichiatrica non ‘ e di sicuro la normalita’ e non e’ di sicuro il volere del signore. e’ una malattia e andrebbe curata i froci fanno schifo

  4. Da prendere a calci sulle palle se si avvicina a un solo bambino questo vladimiro pervertito malato di mente! si essere froci e’ una malattia psichiatrica e va curata !

Commenta