Roma, 13 dic — Fa la hostess a Gardaland ma nel tempo libero decide di pubblicare contenuti sexy a pagamento su OnlyFans: e la direzione del parco non le rinnova il contratto perché la sua attività di «sex worker», come va di moda dire ora, sbandierata ai quattro venti, danneggia il nome dell’azienda. «Mi hanno fatto presente che quella è una struttura per famiglie e che le mie foto su OnlyFans non si addicono all’immagine che il parco vuole dare all’esterno», si lamenta Ilaria Rimoldi, 25 anni e una laurea in arredamento e design.

Ragazza di OnlyFans licenziata da Gardaland: cosa è successo

A Gardaland, come riporta il Corriere, Ilaria ha lavorato per due stagioni: «da luglio 2021 a gennaio 2022, e da marzo di quest’anno fino al 27 novembre». Una volta scaduto il contratto, l’amministrazione del parco di divertimenti ha rifiutato di rinnovarlo. «Il mio stipendio era di circa mille euro e mi serviva un’entrata in più: tra affitto, auto, spesa e bollette, facevo fatica ad arrivare a fine-mese».

Come molte sue coetanee, Ilaria ha deciso di iscriversi a OnlyFans e proporre i propri contenuti a pagamento. Vendere, cioè, scatti intimi di sé stessa a utenti che le pagano un abbonamento mensile. «Io non pubblico foto di nudo, mi limito a condividere immagini sexy, in lingerie. Iscriversi al mio canale costa dieci dollari al mese». I primi tempi i guadagni non sembravano entusiasmanti. Ilaria, fisico minuto e un viso non bellissimo, non proprio inquadrabile nei canoni di bellezza correnti, a quanto pare non riusciva a sfondare sulla piattaforma.

Arrivano le interviste: la ragazza OnlyFans decolla

La gallina delle uova d’oro per lei arriva con la sovraesposizione mediatica, ovvero le interviste per FanPage e Zona Bianca che l’hanno «lanciata» facendola conoscere ad una più vasta platea di guardoni online. «Il primo mese ho guadagnato 600 euro, ma poi il numero delle persone che mi seguono è aumentato e a novembre sono arrivata a guadagnare 5mila euro». Un successo che lei fa apparire come casuale, tanto casuale dunque non è. Dubitiamo fortemente si sarebbe verificato un cambio di velocità rispetto agli introiti iniziali  senza la spintarella dei media e limitandosi a proporre scatti in lingerie. Insomma, gli affari sulla piattaforma migliorano di mese in mese, tanto che — come fa sapere in un video sul suo TikTok — arriva addirittura a comprarsi un cavallo. Un cavallo, con tutte le spese di mantenimento che ne conseguono.

A Gardaland storcono il naso

Non poteva passare molto tempo prima che l’attività di Ilaria su OnlyFans arrivasse alle orecchie e agli occhi della direzione di Gardaland. «La voce si è sparsa», racconta lei. Un modo curioso di descrivere una situazione che lei stessa aveva contribuito ad alimentare, concedendo interviste ad alcuni dei più noti media del Paese in cui specificava chiaramente di essere una dipendente Gardaland. «E’ capitato che alcuni visitatori mi riconoscessero», racconta. Capita, quando vieni invitata sulle reti Mediaset in prima serata. «E quest’estate sono stata convocata dalla direttrice del parco divertimenti e dal capo del personale».

Il colloquio

Nell’ufficio del personale di Gardaland i toni del colloquio si sono immediatamente fatti tesi. «Mi hanno fatto presente che quella è una struttura per famiglie e che le mie foto su Onlyfans non si addicono all’immagine che il parco vuole dare all’esterno. Ho risposto che nel mio tempo libero faccio quel che voglio e non possono impedirmelo, ma che se volevano potevano alzarmi lo stipendio permettendomi di guadagnare la stessa cifra che mi garantisce quella mia seconda attività. Ovviamente hanno rifiutato».

Percezione distorta del proprio valore

Uno dei grandi problemi legati alla presenza su questo tipo di piattaforme è dato dalla percezione distorta che queste ragazze finiscono per avere del proprio valore. Il credito e la validazione social che arrivano dal plauso di migliaia di utenti, e i guadagni spesso assai remunerativi inducono molte giovani a sovrastimarsi, a darsi un po’ troppa importanza; a pensare di essere insostituibili, anche nel contesto di un lavoro che implica il possesso di requisiti minimi. Come, ad esempio, un impiego da mille euro al mese per una mansione da giostraio a Gardaland (che, non c’è bisogno di specificarlo, ha la sua dignità come tutti i lavori onesti). Per tutta risposta i datori di lavoro della 25enne si sono limitati a non rinnovarle il contratto: il che rientra perfettamente e legalmente nelle loro facoltà. La vita è fatta di scelte, Ilaria dovrebbe saperlo bene.

Gardaland spiega in una nota che «nell’ambito delle politiche aziendali si invitano i collaboratori, per le proprie attività digital, a evitare l’utilizzo improprio dei loghi o delle immagini di Gardaland non in linea con la vocazione familiare del Parco divertimenti». Ilaria avrebbe potuto condurre la sua doppia vita senza specificare su potenti amplificatori mediatici (come reti televisive nazionali, grandi testate online e TikTok) quale fosse l’azienda presso cui lavorava: scegliendo di renderlo noto, ha deliberatamente associato l’immagine di un parco per bambini a una piattaforma che vende contenuti per adulti.

Abbracciare la virtù dell’umiltà

E’ pertanto inutile che ora tenti la carta della vittima: sarebbe bastato pensarci due secondi, sarebbe bastato capire che la libertà di «utilizzare il proprio corpo come si crede» finisce quando questa calpesta l’interesse commerciale di un soggetto privato che ti sta dando lavoro. Sarebbe bastato scendere dal proprio predellino e abbracciare la virtù dell’umiltà. Poco male, comunque: siamo certi che l’esposizione mediatica di questi giorni legata alla notizia del «licenziamento» farà buon pro alle tasche di Ilaria, che vedrà nuovamente aumentare il proprio bacino di abbonati su OnlyFans. 

Cristina Gauri

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

6 Commenti

  1. Ma per la carità, per essere sexy questa qui dovrebbe prima andare a Lourdes, farsi una full immersion nella vasca e pure numerose bracciate a stile libero, poi tutto il cammino di Santiago a piedi nudi, quindi indossare lo scapolare della Madonna del Carmelo almeno tre anni e sperare nella grazia divina (che non arriverà, a tutto c’è un limite).

  2. quoto ogni parola di questo articolo.

    la ragazza può fare quel che vuole,la vita è sua ed è libera di rovinarsela come meglio crede.
    però come è ovvio,
    l’azienda è altrettanto libera di non rinnovare il contratto ad un dipendente che
    la mette in cattiva luce.
    sono scelte,e ognuno ha le sue.

  3. A propos di universi paralleli, tu, cretino blindato, da quale bivio quantistico provieni?
    Quale wormhole spazio-temporale ti ha catapultato tra noi?

  4. Qualcuno dimentica che tra quelle che te la davano prima c’erano le più bruttine (vestite) e qualcuno, ingenerosamente, dopo aver colpito parlava di cuscino sulla faccia. Ciascuno se la gioca come può.

Commenta