Roma, 13 dic – Nessuno come noi. E’ un’Italia mostruosa, da urlo, un’Italia che fa la storia del nuoto stracciando il record del mondo nella 4×100 stile libero in vasca corta. I quattro moschettieri tricolori hanno compiuto l’impresa che sa di leggenda, in uno sport in cui ci confermiamo ancora una volta dominatori.

Italia da urlo, record del mondo nella 4×100 sl in vasca corta

Sì perché ai Mondiali in vasca corta, in Australia, è oro e record mondiale (3’02″75) per la nostra 4×100 sl formata da Alessandro Miressi, Paolo Conte Bonin, Leonardo Deplano e Thomas Ceccon. Battuti i padroni di casa australiani (argento) e il quartetto degli Stati Uniti (bronzo).

“Sono felice per l’oro, abbiamo fatto un tempo velocissimo. Sapevo che in finale bisognava andare forte ma il record era un nostro obiettivo ed eravamo sicuri di poter fare bene, dopo la batteria, anche nella sessione serale. E così è stato”, ha detto Deplano ai microfoni di RaiSport dopo l’incredibile successo.

Paltrinieri oro nei 1500 sl

Ma non è tutto, perché i Mondiali di Melbourne segnano anche un altro strepitoso trionfo italiano, quello del solito Gregorio Paltrinieri: oro nei 1500 stile libero in vasca corta. “Questa squadra italiana è molto forte, io l’avevo detto e, da capitano, parlo a nome di tutti. Siamo tra i più forti al mondo, e qui lo dimostreremo”, ha detto Paltrinieri a Raisport dopo la vittoria. Possiamo senza indugio affermare che la squadra italiana lo ha già dimostrato di essere così forte. “Ci unisce qualcosa di speciale – ha detto ancora Greg -, siamo uniti come mai prima e si vede anche dai risultati”.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta